cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 15:50
Temi caldi

Covid Cina, Pechino annuncia "nuova fase" nei controlli dopo proteste

01 dicembre 2022 | 07.18
LETTURA: 1 minuti

Nuovo segnale sulla modifica delle strategie per contenere la diffusione del virus. Allentate restrizioni a Shanghai e Guangzhou

alternate text
(Afp)

In Cina si apre ''una nuova fase e nuovi compiti'' nel controllo della pandemia da coronavirus, adeguando la sua politica ''zero-Covid'' dopo le proteste di piazza. Lo ha dichiarato il vice premier cinese e responsabile numero uno della politica anti-Covid, Sun Chunlan, citato dall'agenzia di stampa Xinhua. "Con la diminuzione della tossicità della variante Omicron, l'aumento del tasso di vaccinazione e l'esperienza accumulata nel controllo e nella prevenzione delle epidemie, il contenimento della pandemia in Cina deve affrontare una nuova fase e una nuova missione", ha dichiarato Sun. Il suo intervento segue quello della National Health Commission, che ha annunciato la rettifica delle attuali misure pandemiche e chiesto ai governi locali di "rispondere e risolvere le ragionevoli richieste delle masse'' in modo tempestivo.

Leggi anche

Sun ha anche parlato di un "approccio focalizzato sull'uomo" e che la Cina dovrebbe migliorare le sue misure di "diagnosi, test, trattamento e quarantena", continuare ad aumentare i tassi di vaccinazione, specialmente tra gli anziani e potenziare farmaci e risorse mediche.

E proprio da oggi decine di distretti di Guangzhou, Chongqing e Shanghai, città dove è stato registrato un aumento di casi di coronavirus, sono stati 'liberati' dalle restrizioni imposte dalle autorità per limitare i contagi. La decisione è stata presa dopo le proteste dei cittadini contro la politica zero-Covid adottata da Pechino.

La Cina ha registrato negli ultimi giorni il numero più alto di casi giornalieri di Covid dall'inizio della pandemia, con oltre 36.000 contagi registrati ieri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza