cerca CERCA
Martedì 28 Settembre 2021
Aggiornato: 10:01
Temi caldi

Covid, Gallera: "Turisti prenotino tampone prima di arrivo in aeroporto"

18 agosto 2020 | 09.52
LETTURA: 3 minuti

L'assessore lombardo: "La via privilegiata è di prenotare sui siti della Ats: si può fare anche dall’estero prima di rientrare"

alternate text
(Fotogramma)

"La via privilegiata è quella di prenotare il tampone andando sui siti della Ats, è molto semplice, viene data una risposta in poche ore con l’indicazione, si può fare anche dall’estero prima di rientrare per evitare code ed assembramenti". Lo spiega l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, intervenendo ai microfoni di Rtl 102.5 durante 'Non Stop News' per parlare della questione tamponi per i turisti italiani di rientro dalle vacanze.

"A Malpensa - sottolinea Gallera - è l’unico luogo in cui la Sea ha individuato degli spazi. Apriremo nelle prossime ore tre postazioni per fare i tamponi che sono residuali rispetto alla prenotazione e servono soprattutto per quei turisti che magari non riusciamo a rintracciare e che sono spagnoli, greci o croati e che è quindi meglio recuperare in aeroporto”.

Su quelle mete che si possono raggiungere in auto, come la Croazia, e la possibilità di identificarli i positivi: "Per chi rientra in auto e in treno - rimarca l'assessore - non c’è altro modo se non quello di richiamare il senso di responsabilità di tutti a fare la prenotazione del tampone. Ad oggi il governo non ha previsto uno strumento di identificazione alle frontiere per chi arriva in auto, in autobus o in treno”.

A proposito della differenza nella partenza degli screening tra regioni con Fiumicino già operativo e Malpensa attivo solo da giovedì, Gallera dice: “Noi abbiamo fatto altri screening non solo in aeroporto, anche a Roma sono residuali e ne hanno fatti 800 sulle oltre 3000 persone che arrivano tutti i giorni. Noi nei giorni scorsi abbiamo individuato nell’area del comasco dei ragazzi che arrivavano dalla Croazia e nel milanese quasi la metà dei contagi degli ultimi giorni sono di importazione dai quei paesi ma non solo".

"Il tema degli aeroporti - osserva Gallera - è legato al fatto che i gestori degli aeroporti sono Sea e la sanità aeroportuale è gestita dagli Usmaf che è il ministero della Salute a cui noi avevamo chiesto se erano in grado di attivare la realizzazione dei tamponi già dal 14 e di fronte alla loro dichiarazione che non avevano uomini, che non avevano test è chiaro che siamo corsi in soccorso a chi doveva essere principalmente deputato a fare questa attività. Lunedì c’è stata la prima riunione operativa, abbiamo individuato gli spazi e apriremo questi tre tendoni che faranno per otto ore al giorno i tamponi ad alcuni dei passeggeri che sbarcano a Malpensa. A Orio Al Serio, nell’attiguo ospedale di Seriate, i cittadini vanno direttamente senza prenotazione e hanno già fatto 1.500 tamponi".

Quanto alla situazione contagi in Lombardia, spiega Gallera, "è sotto controllo e in questi giorni è anche migliori rispetto ad altre regioni come Lazio e Veneto. Grazie ai grossi sforzi e alle regole date da noi oggi è a livello di Regioni che non hanno vissuto quella grossa ondata che abbiamo vissuto noi. Dobbiamo continuare a presidiare, a correre dietro al virus, ad isolare i casi per evitare che tutto questo ci riporti in un film che nessuno vuole vedere”.

Infine, sul suo stato di salute in seguito all’incidente sportivo che lo ha visto coinvolto pochi giorni fa durante una partita di paddle: “Sono ancora in ospedale in osservazione - assicura - sto bene anche se ho tre grosse ferite alla testa ma continuiamo a lavorare anche dall’ospedale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza