cerca CERCA
Venerdì 07 Maggio 2021
Aggiornato: 19:59
Temi caldi

Covid, Greta dona 100mila euro a Covax per vaccini ai Paesi poveri

20 aprile 2021 | 09.43
LETTURA: 2 minuti

La donazione, fatta attraverso la fondazione della giovane attivista, resa possibile dai premi ricevuti per la sua azione contro i cambiamenti climatici

alternate text
(Fotogramma)

Greta Thunberg scende di nuovo in campo e questa volta la causa è quella dell’equità nell’accesso ai vaccini contro il Coronavirus. Attraverso la sua fondazione, la giovane attivista per il clima ispiratrice del movimento globale dei Fridays for Future, ha infatti annunciato la donazione di 100mila euro alla fondazione dell'Organizzazione mondiale della sanità, a sostegno di Covax, il programma internazionale che ha come obiettivo, appunto, l'accesso equo ai vaccini anti Covid-19. Donazione che è stata resa possibile grazie ai premi che Greta Thunberg ha ricevuto per la sua azione sul cambiamento climatico.

"La comunità internazionale deve fare di più per affrontare la tragedia dell'ineguaglianza dei vaccini - dice Greta Thunberg in occasione della conferenza stampa dell'Organizzazione mondiale della sanità - Abbiamo i mezzi a nostra disposizione per correggere il grande squilibrio che esiste oggi nel mondo nella lotta contro Covid-19. Proprio come con la crisi climatica, dobbiamo prima aiutare coloro che sono più vulnerabili. Questo è il motivo per cui sto sostenendo l'Oms, Gavi e tutti coloro che sono coinvolti nell'iniziativa Covax, che credo offra il miglior percorso per garantire una vera equità vaccinale e una via d'uscita dalla pandemia".

In media una persona su quattro, nei Paesi ad alto reddito, ha ricevuto un vaccino contro il coronavirus, contro una media di una persona su più di 500 nei Paesi a basso reddito.

Per il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, "Greta Thunberg ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo ad agire per affrontare la crisi climatica e il suo forte sostegno all'equità dei vaccini per combattere la pandemia Covid-19 dimostra ancora una volta il suo impegno a rendere il nostro mondo un posto più sano, più sicuro e più giusto per tutte le persone. Esorto la comunità globale a seguire l'esempio di Greta e fare il possibile, a sostegno di Covax, per proteggere le persone più vulnerabili del mondo da questa pandemia".

Plauso alla donazione arriva anche da Anil Soni, amministratore delegato della Fondazione Oms, che ha parlato di un segnale importante per i responsabili politici. "Il dono di Greta mostra come noi, come comunità globale, dobbiamo unirci per garantire che tutti, ovunque abbiano accesso ai vaccini Covid-19. Ognuno di noi può fare la propria parte. La Fondazione Oms si impegna a lavorare fianco a fianco con tutti coloro che condividono questa visione".

La Fondazione Oms sta mobilitando risorse per sostenere Covax anche attraverso una nuova campagna di raccolta fondi lanciata alla fine di aprile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza