cerca CERCA
Mercoledì 05 Ottobre 2022
Aggiornato: 07:32
Temi caldi

Covid Italia, Bassetti: "Quinta ondata? Evitiamo di allarmare la gente"

12 marzo 2022 | 14.45
LETTURA: 1 minuti

"Salgono solo i tamponi positivi, che non vuol dire avere malati e soprattutto non vuol dire avere malati gravi"

alternate text
(Fotogramma)

"Evitiamo di allarmare la gente dicendo che va tutto male o parlando di quinta ondata" di Covid-19 "perché salgono solo i tamponi positivi. Tamponi positivi non vuol dire avere malati e soprattutto non vuol dire avere malati gravi". Lo precisa Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, alla luce dell'inversione della curva Covid, certificata ieri dalla Cabina di regia Istituto superiore di sanità-ministero della Salute.

"Cosa sta succedendo sul Covid in Italia? Bisogna preoccuparsi? Siamo di fronte all'inizio della quinta ondata? C'è stato negli ultimi giorni un aumento dei contagi legato soprattutto alla veloce circolazione virale tra i bambini tra i 5 e gli 11 anni, che sono ancora poco protetti in quanto non vaccinati in oltre il 50% dei casi - analizza l'esperto su Facebook - La situazione negli ospedali non desta alcuna preoccupazione, con una discesa che continua ormai da 4 settimane consecutive. Quindi?" Quindi vanno evitati allarmismi, avverte.

"Anche qui in Clinica - riferisce l'infettivologo - le cose vanno molto bene, con soli 2 ricoverati per Covid". Invece, sottolinea, "nell'ultima settimana abbiamo finalmente visto i primi di 2 casi di influenza da H3N2 ricoverati. Il ritorno alla normalità si vede anche dal ritorno dell'influenza stagionale. E' arrivata tardivamente, ma è arrivata anche qui".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza