cerca CERCA
Lunedì 02 Agosto 2021
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Covid, Montesano: "Se lockdown non è servito, perché lo rifanno? Cui prodest?"

15 marzo 2021 | 17.10
LETTURA: 2 minuti

L'attore all'Adnkronos: "Con virus stiamo peggio di prima, intanto danni enormi su molti altri fronti"

alternate text

"La domanda che viene spontanea al cittadino comune pensante è: perché? Perché rifanno un lockdown che palesemente non è servito a nulla rispetto al virus, vista la situazione in cui ci troviamo, ma invece ha già creato danni enormi su molti altri fronti? Cui prodest?". A chiederselo è Enrico Montesano che, in un'intervista con l'Adnkronos, esprime le sue perplessità nei confronti del nuovo lockdown totale in cui si trova quasi tutta l'Italia, stabilito dal governo nel tentativo di arginare la recrudescenza del coronavirus.

"Ci avevano detto: facciamolo adesso per poi essere liberi dopo, ed è sotto gli occhi di tutti, non è andata così. Quindi, chi ne beneficia? -si chiede l'attore romano, da sempre critico su alcune decisioni del governo in merito alla gestione della pandemia- Perché oramai è un anno esatto che ci troviamo in questa situazione. Hanno prima chiuso tutto, poi a zone rosse alternate, poi arancioni, poi gialle, poi di nuovo rosse ed ora di nuovo tutti chiusi. E' evidente che il lockdown, anche a detta di molti esperti, non si è rivelato uno strumento efficace per combattere il covid". Questa "è la seconda Pasqua che faremo in queste condizioni -prosegue Montesano- e io mi domando: perché? È una coincidenza?".

"Come ho sempre fatto fin da bambino, io mi pongo degli interrogativi. Se da un lato infatti non serve per combattere il virus, il lockdown sta generando povertà, crisi a tutti i livelli, chiusura di moltissime attività, quindi un effetto - negativo- lo ha. Allora come mai persistono? Qual è il motivo?", si domanda l'attore. Che racconta poi come attraverserà queste settimane di restrizione domiciliare: "Io continuo a fare quello che ho sempre fatto, quindi molto poco. Io non sento la mancanza dell’aperitivo, perché non sono un 'mondano'. Però, continuerò a fare ciò che devo fare. Se devo fare una passeggiata la faccio, me l’ha ordinata il dottore. Anzi, dovrebbero farla tutti, fa bene alla salute", conclude l'attore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza