cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 19:20
Temi caldi

Covid oggi Gb, oltre 49mila contagi e 180 morti in un giorno

22 ottobre 2021 | 18.43
LETTURA: 2 minuti

Da inizio pandemia ci sono stati più di 139mila decessi nel Paese

alternate text
(Afp)

Nelle ultime 24 ore in Gran Bretagna si sono registrati 49.298 contagi e 180 morti per il Covid-19. E' il decimo giorno consecutivo in cui vi sono più di 40mila contagi e ieri se ne erano registrati 52mila. Al momento vi sono 8.238 malati di Coronavirus, ricoverati in ospedale.

Dall'inizio della pandemia, nel Paese vi sono stati 139.146 morti per il Covid e il dato comprende soltanto chi è deceduto entro 28 giorni dalla diagnosi.

L'ANALISI DI RICCIARDI

"La Gran Bretagna sta sbagliando tutto: ha liberalizzato qualsiasi forma di prevenzione del Covid dal 17 luglio. Io ci sono stato tre settimane fa e ho trovato un Paese folle. Folle il governo che di fatto ha fatto finta che la pandemia fosse finita. Ma anche la popolazione consenziente che va allegramente verso questa situazione in cui oggi hanno 40mila casi al giorno. E siamo prima dell'inverno". E' il giudizio durissimo espresso da Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza, ai microfoni di 'L'aria che tira' su La7.

"Io ho studiato e lavoro in Gran Bretagna e tradizionalmente - afferma Ricciardi - i Pronto soccorso della Gran Bretagna si paralizzano tra novembre, dicembre e gennaio perché viene il freddo e arriva l'influenza. E solo con l'influenza hanno problemi enormi, figuriamoci adesso che avranno contemporaneamente influenza e Covid. I miei colleghi inglesi - sottolinea - sono disperati e ieri hanno chiesto al governo di riattivare il piano B cioè di reintrodurre le restrizioni, almeno le mascherine, e di accelerare la campagna vaccinale perché - ricorda Ricciardi - loro sono molto in ritardo rispetto al resto d'Europa: dopo una partenza eccellente si sono fermati".

JOHNSON E LA MASCHERINA

Il primo ministro britannico Boris Johnson non vuole dire se metterà la mascherina in Parlamento per proteggersi dal contagio del Covid-19. "Ci sono tante cose che dobbiamo fare per continuare a seguire le linee guida. Cose di buon senso come lavarci le mani, portare la mascherina in luoghi chiusi con persone che non incontriamo normalmente. Questo è sensato", ha risposto Johnson, quando gli è stato chiesto se indosserà la mascherina a Westminster.

Il tema è all'ordine del giorno da quando il ministro della Salute, Sajid Javid, ha esortato i deputati a usare la mascherina in aula per dare l'esempio. Malgrado gli alti contagi in Gran Bretagna, per ora il governo consiglia solamente di mettere la mascherina, senza imporre alcun obbligo. E molti deputati conservatori non la mettono. Johnson ha risposto oggi ai giornalisti in occasione di una visita ad un centro di vaccinazione, in cui ha ribadito di voler combattere il covid-19 attraverso l'immunizzazione e l'avvio della campagna per la terza dose. Il premier ha escluso ogni possibile ritorno al lockdown, malgrado l'aumento dei contagi, sopra i 40mila da dieci giorni e con 52mila nel bollettino di ieri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza