cerca CERCA
Sabato 04 Febbraio 2023
Aggiornato: 07:01
Temi caldi

Covid oggi Italia, Iss: "Tra over 80 incidenza maggiore, quarta dose protegge"

21 gennaio 2023 | 11.25
LETTURA: 4 minuti

In questa fascia d'età mortalità non vaccinati 10 volte e mezzo più alta che con secondo booster recente

alternate text
(Foto Afp)

Il tasso di incidenza di Covid-19 a 7 giorni è in diminuzione in Italia in tutte le fasce d'età. Il dato più alto si registra negli over 80 (170 casi/100mila), quello più basso nei ragazzi dai 10 ai 19 anni (42/100mila). In leggero calo l'età mediana alla diagnosi nell'ultima settimana, da 56 anni a 55 anni. Lo indica il report esteso 'Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale' dell'Istituto superiore di sanità, pubblicato online. Nel rapporto si ribadiscono i benefici della quarta dose di vaccino, in particolare nei più anziani.

Leggi anche

Nella popolazione over 80, in particolare, il tasso di mortalità tra i non vaccinati - sottolinea l'Iss - risulta 6 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster, e rispettivamente 10 volte e mezzo e oltre 5 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con seconda dose booster (quarta dose) da meno di 120 giorni e da oltre 120 giorni. Sempre tra gli ultra 80enni, fra i non vaccinati il tasso ospedalizzazione è quasi 4 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster, quasi 6 volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni e 3 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da oltre 120 giorni. Il tasso di ricoveri in terapia intensiva, infine, tra gli over 80 non vaccinati è 4 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster, 5 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni e 4 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da oltre 120 giorni.

Il secondo booster è uno scudo importante anche nei 60-79enn. In questa fascia d'eta, per i non vaccinati il tasso di mortalità risulta oltre 3 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster e quasi 4 volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni; il tasso di ospedalizzazione è quasi 2 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster e oltre 3 volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni, e il tasso di ricoveri in terapia intensiva più di 2 volte e mezzo più alto rispetto ai vaccinati con dose addizionale/booster e 4 volte più alto rispetto ai vaccinati con quarta dose da meno di 120 giorni.

L'Iss rimarca l'efficacia del vaccino anti-Covid, in termini di riduzione percentuale del rischio nei vaccinati rispetto ai non vaccinati, nel prevenire i casi di malattia grave. Un'efficacia che nel periodo di prevalenza delle varianti Omicron, a partire dal 3 gennaio 2022, tra gli over 80 è pari all'81% nei vaccinati con ciclo incompleto o completo, all'88% nei vaccinati con dose aggiuntiva/booster, al 91% nei vaccinati con quarta dose entro 120 giorni e all'80% nei vaccinati con quarta dose da oltre 120 giorni.

Nella popolazione generale l'efficacia del vaccino contro la malattia severa in era Omicron è invece pari al 68% nei vaccinati con ciclo incompleto o completo e all'81% nei vaccinati con dose aggiuntiva/booster.

Covid e bambini

La percentuale dei casi di Covid-19 segnalati in Italia nella popolazione di bambini e adolescenti in età scolare, rispetto al resto della popolazione, cresce questa settimana al 6,8% contro il 4,2% dei 7 giorni precedenti. Nell'ultima settimana, il 32% dei casi in età scolare è stato diagnosticato nei bimbi under 5, il 28% nei 5-11enni e il 40% nella fascia 12-19 anni. E' quanto emerge dal report esteso 'Covid-19: sorveglianza, impatto delle infezioni ed efficacia vaccinale' dell'Istituto superiore di sanità, pubblicato online.

Rispetto alla settimana precedente, il tasso di incidenza è in diminuzione in tutte le fasce d'età scolare, benché i dati riferiti all'ultima settimana siano da considerare in via di consolidamento, precisa l'Iss.

Dall'inizio dell'epidemia di Sars-CoV-2 - si ricorda - sono stati diagnosticati e riportati al sistema di sorveglianza integrata Covid 4.812.767 casi tra bimbi e ragazzi da zero a 19 anni, di cui 25.313 ospedalizzati, 572 ricoverati in terapia intensiva e 89 deceduti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza