cerca CERCA
Domenica 01 Agosto 2021
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Covid, Svezia decide di vaccinare ragazzi tra 16 e 17 anni non al di sotto

22 giugno 2021 | 23.40
LETTURA: 1 minuti

A differenza di molti altri Paesi che hanno iniziato a vaccinare a partire dai 12 anni

alternate text
(Afp)

A differenza di molti altri Paesi che hanno iniziato a vaccinare i ragazzi a partire dai 12 anni, l'Agenzia svedese per la sanità pubblica ha annunciato di aver deciso di vaccinare i giovani di età compresa tra 16 e 17 anni, non al di sotto, contro Covid-19. L'agenzia ha affermato che a tutti i ragazzi di età compresa tra 16 e 17 anni verrà offerta la vaccinazione contro il Covid-19, una volta vaccinati quelli di età pari o superiore a 18 anni. "Non pensiamo che ci sia abbastanza supporto per un equilibrio rischio-beneficio per somministrare i vaccini ai bambini più piccoli", ha detto il direttore generale dell'Agenzia per la salute pubblica Johan Carlson, alla televisione svedese SVT. "La vaccinazione dei bambini è delicata e non dovrebbe essere fatta se non si vede che ha un grande beneficio per il singolo bambino", ha aggiunto.

Tuttavia, in circostanze eccezionali, anche i bambini svedesi di 12 anni possono essere vaccinati. Le condizioni mediche sono specificate in un elenco compilato dalla Società Pediatrica Svedese. Tra le condizioni elencate vi sono l'asma grave che ha richiesto cure intensive negli ultimi 24 mesi, gravi malattie polmonari, alcune condizioni di immunodeficienza, sindrome di Down e obesità grave.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza