cerca CERCA
Lunedì 12 Aprile 2021
Aggiornato: 21:57
Temi caldi

Covid Veneto, 1.304 contagi e 28 morti. Zaia: "Campanelli d'allarme"

25 febbraio 2021 | 14.58
LETTURA: 1 minuti

Il bollettino del 25 febbraio

alternate text

Sono 1.304 i contagi da coronavirus in Veneto oggi, 25 febbraio. Nella regione si registrano 28 morti, che portano il totale a 9.791 dall'inizio dell'epidemia di covid. "Nelle ultime 24 ore in Veneto abbiamo avuto 1.304 nuovi positivi al Covid-19 su un totale di 47.356 tamponi pari ad un'incidenza del 2,75%, mentre vi sono 1.351 ricoverati, 1.217 nelle aree non critiche con un calo di 30 ricoveri e 134 in terapia intensiva (+2)", ha detto il presidente della Regione Veneto Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa presentando il bollettino sulla diffusione del Covid aggiornato alle ore 8 di stamane.

Zaia ha avvertito che "ci sono piccoli campanelli d'allarme, in linea con l'andamento nazionale. Rispetto a quello che sta succedendo in altre regioni, vedi l'Umbria, l'Emilia Romagna e la provincia di Brescia, la situazione in Veneto è buona ma, se guardiamo il dato dei positivi, la percentuale di incidenza che all'inizio dell'anno era intorno all'1,4% oggi è quasi al 3%, è quindi raddoppiata, su piccoli numeri ma c'è una tendenza all'aumento -ha avvertito Zaia- e, l'indice Rt che era sotto lo 0,60 oggi è dell'0,92".

Quindi il governatore del Veneto non ha nascosto che "la preoccupazione c'è, perché dal punto di vista sanitario dobbiamo evitare l'aumento della pressione ospedaliera e poi non dimentichiamoci che con l'Rt 1 si va in zona arancione e ciò vorrebbe dire nuove restrizioni", ha concluso.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza