cerca CERCA
Venerdì 16 Aprile 2021
Aggiornato: 13:41
Temi caldi

Covid Veneto, Zaia: "Rt a 0,63 e terapie intensive al 19%"

05 febbraio 2021 | 13.23
LETTURA: 2 minuti

Il governatore: "Ricoveri in area non critica al 24% contro il 40% di soglia"

alternate text

Rt di 0,63 e terapie intensive sotto la soglia critica. E' il quadro che Luca Zaia, governatore del Veneto, delinea per l'emergenza coronavirus nella regione. "Oggi è la giornata dalla classificazione, i nostri uffici hanno calcolato un Rt di 0,63, molto basso rispetto alla prospettiva di cambio di zona, rafforzato anche dal fatto che abbiamo una terapia intensiva al 19% e la soglia è fissata a 30% e i ricoveri in area non critica sono al 24% contro il 40% di soglia", dice nel corso del consueto punto stampa alla sede della Protezione civile di Marghera (Venezia).

Il Veneto è in zona gialla. "Direi che non la cambieremo, i presupposti ci sono tutti per il mantenimento della zona gialla", afferma. "Ma come si va giù si rischia di tornare su, dobbiamo puntare alla normalità che non è avere persone infette negli ospedali - aggiunge il governatore -, questo è avere ancora il virus che circola sul nostro territorio".

"Occorre fare molta attenzione: mascherina, distanziamento, igienizzare le mani. L'infezione da Covid è scoppiata il 21 febbraio, e presto sarà il primo compleanno, brutto compleanno, la primavera è ancora lontana, stringiamo i denti, cerchiamo di vaccinare il più possibile".

Intanto "la regione Veneto sta attivando un tavolo sugli anticorpi monoclonali, in collegamento con la professoressa Tacconelli di Verona, che già sta sperimentando questo tipo di medicinali", fa sapere Zaia. "Dobbiamo ricordare però - ha evidenziato il governatore - che non si tratta di semplici pastiglie per il mal di testa. E' una cura che ancor oggi si sta sperimentando e che adesso possiamo fortunatamente applicare. Sono flebo assistite, da utilizzare in ambiente medico, con un periodo di osservazione".

Quanto alla ricerca di vaccini avviata in autonomia dalla Regione, Zaia spiega che "arrivare a una soluzione, nella legalità, vorrebbe dire vaccinare di più. La ricerca è in progress: qualche incontro lo abbiamo avuto ma è innegabile che il mercato si sta muovendo, e anche parecchio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza