cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 01:10
Temi caldi

Covid, "via a vaccini di massa per isole minori"

05 maggio 2021 | 14.07
LETTURA: 2 minuti

Si procederà seguendo il "criterio di priorità" e "partendo dalle isole che hanno maggiori fragilità"

alternate text
(FOTOGRAMMA)

Nell'ambito della campagna vaccinale contro il coronavirus si "procederà con le vaccinazioni di massa con il supporto della Difesa e Protezione civile", seguendo il "criterio di priorità" di vaccinare progressivamente "partendo dalle isole che hanno maggiori fragilità in termini di rischio epidemiologico e carenza di adeguati presidi sanitari". È quanto si apprende dalla Struttura Commissariale all'emergenza Covid sulla riunione tra il governo e i sindaci delle isole minori.

"Noi siamo d'accordissimo, la nostra prima associazione è stata la prima a chiedere le vaccinazioni di massa per le isole minori" afferma all'Adnkronos Vittorio Messina, presidente di Assoturismo Confesercenti. Messina ritiene infatti che sia necessario "per rispondere a un'esigenza di sicurezza sanitaria, una questione di giustizia in quanto le isole vivono una condizione di arretratezza sanitaria, sia perché la Grecia insegna, con la vaccinazione nelle isole greche covid free si pensa addirittura all'intera Grecia, quindi il messaggio che passa con le isole minori covid free sicuramente aiuterà i flussi turistici in entrata per quanto riguarda la prossima stagione estiva che - aggiunge Messina - per noi rimane una priorità perché se dovesse saltare o fallire, in gioco c'è la sopravvivenza di moltissime aziende e soprattutto di tanti occupati nell'intera filiera turistica".

"Il commissario Figliuolo ha dato la sua disponibilità per quanto riguarda la vaccinazione di massa sulle isole minori e credo che già dalla prossima settimana si possa fare qualcosa in tal senso". Così Francesco Del Deo, sindaco di Forio d'Ischia e presidente di Ancim (Associazione nazionale Comuni isole minori), illustrando all'Adnkronos i contenuti dell'incontro con il commissario Figliuolo e con 5 ministri: il ministro per gli Affari regionali Mariastella Gelmini, che ha organizzato l'incontro, e i ministri del Turismo Massimo Garavaglia, della Salute Roberto Speranza, della Transizione ecologica Roberto Cingolani e per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna.

"Il commissario Figliuolo - riferisce Del Deo - si è mostrato disponibile a inviare unità mobili dell'Esercito in alcune isole per le operazioni di vaccinazione di massa". Del Deo ricorda che "in Campania stiamo quasi per chiudere: a Procida la vaccinazione di massa è stata conclusa, a Capri è quasi finita e a Ischia si sta procedendo. Ci sono però altre isole ancora ferme al 30% di vaccinati, mentre in alcune addirittura non si è neanche cominciato".

Sulle polemiche sorte in merito alla vaccinazione delle isole minori, Del Deo spiega che "si è creata una polemica basata sul fatto che le isole volevano essere privilegiate, ma non è così. Abbiamo spiegato in tutti i modi che, una volta affrontato il discorso degli over 70 e dei fragili, bisogna stringere a tenaglia perché dal punto di vista sanitario le popolazioni delle isole minori sono 'fragili'". Per quanto riguarda il discorso turismo, invece, "c'è la Grecia che ha lanciato un'operazione di marketing nonostante poche isole abbiano concluso la vaccinazione e oggi non sono ancora 'Covid free', mentre in Italia ci preoccupiamo di fare la guerra tra poveri".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza