cerca CERCA
Sabato 19 Giugno 2021
Aggiornato: 08:57
Temi caldi

Covid, von der Leyen: "Dobbiamo sapere da dove è arrivato il virus"

10 giugno 2021 | 09.55
LETTURA: 2 minuti

"E' una pandemia orribile. Dobbiamo sapere da dove è arrivata, per assicurarci che non succeda mai più"

alternate text
(Afp)

In vista del G7 in Cornovaglia, l'Ue si allinea agli Usa per premere sulla Cina affinché si arrivi ad un'indagine seria che consenta di capire la genesi della pandemia di Covid-19. "E' della massima importanza - scandisce in conferenza stampa a Bruxelles la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen - che sappiamo qual è l'origine del coronavirus" Sars-CoV-2.

Leggi anche

Sulla stessa linea il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel. "Siamo molto chiari - afferma - serve piena trasparenza, per imparare la lezione. Sosteniamo tutti gli sforzi tesi a fare chiarezza: il mondo ha diritto di sapere esattamente che cosa è successo. Sosterremo certamente tutti gli sforzi per avere trasparenza".

"Dall'esperienza della crisi finanziaria - continua von der Leyen - abbiamo tratto delle lezioni. Abbiamo fatto delle analisi, sviluppato strumenti, per essere più rapidi" a rispondere in futuro in casi simili.

"Lo stesso - dice ancora - deve avvenire qui: è una pandemia orribile. Dobbiamo sapere da dove è arrivata, per trarre le giuste lezioni e per sviluppare gli strumenti giusti, per assicurarci che non succeda mai più. Gli esperti che indagano devono avere un accesso completo a tutto quello che è necessario per trovare la fonte di questa pandemia".

"E in ragione di questo - prosegue la presidente - dovremo trarre le conclusioni: c'è un'ampia gamma di opzioni diverse che vengono esaminate ora ed è importante che arriviamo al quadro giusto" di qual è stata l'origine della pandemia. "Per questo le squadre" che torneranno ad indagare "devono davvero avere accesso alle informazioni e ai siti", conclude.

VACCINI - In conferenza stampa, von der Leyen spiega che nell'Ue "oltre il 50% della popolazione adulta" ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro Covid-19 e "100 mln di europei sono pienamente vaccinati" contro la malattia provocata dal coronavirus Sars-CoV-2, risultati ottenuti "senza smettere di esportare" le dosi verso "90 Paesi".

BREXIT - Prima di volare in Cornovaglia per il G7, la presidente della Commissione Europea sottolinea poi che l'accordo di ritiro del Regno Unito dall'Ue e il protocollo su Irlanda e Irlanda del Nord devono essere "attuati completamente".

L'Unione Europea, afferma von der Leyen, "è determinata a far funzionare il protocollo" sull'Irlanda e Irlanda del Nord "a beneficio della popolazione dell'Irlanda del Nord. Abbiamo concordato con il Regno Unito che il protocollo era l'unica soluzione per evitare un confine fisico" tra le due Irlande.

"Abbiamo un trattato, l'accordo di ritiro, che è stato firmato da entrambe le parti. Pacta sunt servanda. E' importante ora che attuiamo il protocollo: abbiamo mostrato e dimostreremo flessibilità, ma il protocollo e l'accordo di ritiro vanno attuati completamente", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza