cerca CERCA
Martedì 13 Aprile 2021
Aggiornato: 14:50
Temi caldi

Crisi governo, Crimi apre a Italia Viva: "Ma con guida Conte"

29 gennaio 2021 | 18.09
LETTURA: 3 minuti

Il capo politico M5S: "Esecutivo politico con forze dell'ultima maggioranza e patto di legislatura"

alternate text
(Foto Quirinale)

"Per il Movimento 5 stelle l'unica persona in grado di condurre con serietà il Paese in questa fase è Giuseppe Conte. Nel corso dell'ultimo anno, in condizioni gravi e difficili, ha dimostrato senso di equilibrio, capacità decisionale e spirito di sintesi". Lo ha detto Vito Crimi, al termine delle consultazioni al Quirinale, esponendo la posizione del M5S nella crisi di governo. Ma tende la mano a Italia Viva. "Siamo disponibili - afferma - a un confronto con chi intende dare risposte concrete per l'interesse del Paese" e per "un governo politico che parta dalle forze della maggioranza dell'ultimo anno e mezzo ma con un patto di legislatura chiaro davanti a cittadini e con lealtà", scandisce.

Leggi anche

"Fatico a comprendere quel che sta accadendo - ribadisce Crimi - in un momento così delicato, non meritiamo quello che stiamo vivendo, c'è bisogno di stabilità, di rimboccarci le maniche e lavorare, ci vuole un nuovo corso. Solo lavorando seriamente potremo rialzarci. C'è un'Italia piena di energia che vuole lavorare" e "siamo stufi di certi teatrini", dice leggendo un sms inviatogli da un sindaco di un piccolo comune di montagna, "per giunta terremotato".

La politica "deve rispondere adeguatamente risolvere i problemi" e disinnescare una crisi le cui ragioni sono "incomprensibili persino a noi" oltre che "ai cittadini".

"Può oggi il Paese accettare che sia il momento dei veti, dei personalismi, dell’arroccarsi sulle proprie posizioni? O piuttosto chiede che sia il momento della responsabilità e della condivisione? È il momento - sottolinea Crimi - di fare un passo avanti, tutti insieme. E farlo velocemente".

"I 209 miliardi del Next generation Eu, che parla delle nostre generazioni future, rappresentano uno strumento fondamentale per il rilancio del Paese. In queste risorse - sottolinea - non c’è solo l’ossigeno che può ridare vita alla nostra economia, ma quell’energia che può aiutarci a ricostruire il futuro dell’Italia e a consegnare una nuova società alle future generazioni. Una società che metta al centro la cultura e la formazione, che punti alla conversione sostenibile delle attività produttive, che rappresenti una opportunità anziché un ostacolo. E che faccia dell’innovazione il punto fermo intorno a cui ruota tutto questo".

"Sono risorse che abbiamo saputo conquistare grazie ad un’Italia forte, coesa, determinata, nuovamente protagonista in Europa. Grazie ad un governo, a questo governo - scandisce Crimi - che ha saputo rappresentare questa Italia in Europa, grazie anche al grande lavoro di recupero della credibilità svolto dal Presidente Conte. Un’Europa che nel momento più difficile si è rivelata in grado di cambiare, si è rivelata in grado di evolversi, e di avviare un percorso verso una comunità solidale che già tutti auspicavamo. In questi giorni stiamo rischiando di dissipare tutto questo patrimonio di volontà e determinazione".

"Conte è il nostro premier"

A fare quadrato intorno al premier dimissionario è tutto il Movimento. "Le sorti del Paese vengono prima di qualsiasi altra cosa, siamo in una fase delicata e il nostro compito è quello di dare risposte concrete", sottolinea in una nota il deputato 5 Stelle Paolo Ficara, vice presidente della Commissione Trasporti alla Camera. "Non poniamo nessun veto ma Giuseppe Conte è il nostro Premier. I cittadini ci chiedono di fare in fretta, di chiudere questa fase di incertezza e di mettere mano ai tanti temi aperti, dall'occupazione ai Ristori, al Recovery Plan. Dobbiamo dare stabilità al Paese, per questo la nostra attenzione è sui programmi", conclude il deputato M5S.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza