cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 12:08
Temi caldi

Croce Rossa, Rocca (Cri): "Orgoglioso per lavoro svolto, 1,5 mln giorni volontariato contro il covid"

07 maggio 2021 | 12.59
LETTURA: 4 minuti

"Preoccupati per vaccini, molti paesi poveri rischiano di non averlo"

alternate text

"Domani, 8 maggio, sarà la Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa e mai come quest’anno posso dirmi orgoglioso del lavoro incessante della più grande associazione umanitaria del mondo. 14 milioni di volontarie e volontari a livello globale, in tempi di pandemia hanno fatto la differenza, svolgendo uno straordinario e incessante servizio in prima linea. In Italia i numeri sono da brividi: 150mila volontari, insieme alle circa 50.000 persone che hanno richiesto di aderire al programma di 'volontariato temporaneo', hanno totalizzato in un anno e mezzo oltre un milione e mezzo di giorni di volontariato. Un numero impressionante che dice tutto". Così all'Andkronos Francesco Rocca, presidente della Croce Rossa Italiana e della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

La Croce Rossa non si è fermata soltanto all'emergenza legata al Covid. "Assolutamente - spiega Rocca - i nostri volontari hanno dato una risposta immediata, oltre alla crisi sanitaria, alle conseguenze economiche del virus, alle persone vulnerabili, ai giovani, alle comunità ai margini. Senza sosta. Non a caso abbiamo scelto questo hashtag, #inarrestabili. Inarrestabile è stato, infatti, dall’inizio della pandemia, l'operato della Croce Rossa su tutti i fronti. Oltre all'enorme attività sul fronte del Coronavirus e l’attuale impegno nella campagna vaccinale, ha consegnato oltre 160.000 pacchi alimentari e quasi 35.000 consegne di buoni spesa a persone e famiglie bisognose".

"Ed ancora, in 90 Comuni italiani le Unità di Strada hanno operato in supporto delle persone senza dimora, ancora più ai margini a causa della pandemia. Non ha avuto sosta la donazione del sangue, l’attività di clownerie negli ospedali, anche a distanza. La nostra Centrale di Risposta Nazionale ha dato ascolto e supportato oltre 160.000 richieste che, sommate all’attività dei Comitati, arriva a oltre 500.000 servizi erogati e registrati. Non è mai mancata la formazione per i nostri volontari e le campagne dei Giovani per i corretti stili di vita e per contrastare fenomeni quali il bullismo e il cyberbullismo, in particolare nel periodo della Dad".

Sulle preoccupazioni legate al vaccini, Rocca dice che "attualmente, come Federazione internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, stiamo sostenendo gli sforzi di immunizzazione in più di 152 paesi. Tuttavia, siamo molto preoccupati per il concreto rischio che molti milioni di persone possano morire nei prossimi mesi, in particolare nei paesi in cui i vaccini potrebbero non essere disponibili e in quei contesti fragili dove i blocchi porteranno ulteriore povertà e insicurezza alimentare. I vaccini offrono un barlume di speranza ma, purtroppo, la speranza non è per tutti: c’è un divario mortale nella distribuzione. Eppure, un’equa distribuzione non è solo un imperativo morale, ma l'unico modo sconfiggere davvero il virus. Altro tema fondamentale quello dei brevetti sui vaccini".

"Secondo l'Oms - aggiunge Rocca - su quasi 900 milioni di dosi di vaccino somministrate a livello globale, oltre l'81% è andato a paesi ad alto o medio reddito, mentre quelli a basso reddito hanno ricevuto solo lo 0,3%. E’ necessario revocare le tutele di proprietà intellettuale per i vaccini anti Covid-19, unico strumento per accelerare la fine della pandemia. Dobbiamo allentare le regole commerciali globali per consentire a più Paesi di produrre i vaccini salvavita. Perché questa è una crisi sanitaria globale e le circostanze straordinarie della pandemia di Covid-19 richiedono misure altrettanto straordinarie".

"Come celebreremo la nostra giornata? Quest’anno non potremo festeggiare in presenza questi traguardi - le parole del presidente Cri - ma faremo qualcosa lo stesso: grazie all'Anci, fuori dai palazzi comunali di tutta Italia, sventoleranno le bandiere della Croce Rossa. L’8 maggio saranno illuminati di 'rosso Cri' alcuni edifici pubblici e storici. Con il supporto di Grandi Stazioni Retail la campagna #Inarrestabili sarà “on air” da Milano a Palermo, da Venezia a Napoli, da Torino a Roma, passando per Genova, Firenze, Verona, Bari e Bologna e coinvolgendo tutte le grandi stazioni italiane per ringraziare il lavoro dei volontari. Abbiamo lanciato “On the ground: Humanitarians in Action”, la docu-serie in quattro puntate realizzata in collaborazione con IFRC, British Red Cross, Cruz Roja Mexicana, Australian Red Cross e Land Rover, in cui è stata documentata in presa diretta l’attività dei volontari della Croce Rossa in diversi paesi del mondo, in un inverno senza precedenti come quello appena passato".

Infine, "domani ci sarà la serata evento e concerto benefico in streaming 'Many Hearts One Love', cui prenderanno parte importanti nomi della cultura e dell'arte come Milo Manara e Michelangelo Pistoletto e dello spettacolo quali Malika Ayane, John Mclaughlin, Ermal Meta, Paolo Fresu & Bebo Ferra, Olivia Trummer, Enrico Ruggeri, Tosca e tanti altri. Obiettivo dell’evento è supportare e sostenere i 14 milioni di volontari della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, sparsi in 192 Paesi", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza