cerca CERCA
Domenica 01 Ottobre 2023
Aggiornato: 14:01
Temi caldi

Giulia Tramontano, le verifiche sui video alla ricerca di complici

02 giugno 2023 | 13.15
LETTURA: 1 minuti

Duplice obiettivo degli investigatori: verificare le dichiarazioni del compagno reo confesso e ricostruirne gli spostamenti

Il luogo dove è stato nascosto il corpo di Giulia Tramontano (Fotogramma)
Il luogo dove è stato nascosto il corpo di Giulia Tramontano (Fotogramma)

Omicidio di Giulia Tramontano, i carabinieri del nucleo investigativo di Milano e i colleghi della compagnia di Rho stanno raccogliendo le immagini delle telecamere di videosorveglianza di Senago, il comune alle porte di Milano dove lo scorso sabato la donna è stata uccisa dal compagno Alessandro Impagnatiello. L'obiettivo - a quanto si apprende - è duplice: da un lato quello di verificare che il barman 30enne non abbia avuto complici e dall'altro ricostruire con esattezza gli spostamenti dell'uomo, che ha confessato di aver ucciso Giulia la sera dello scorso sabato all'interno del loro appartamento di Senago e di averne poi inscenato e denunciato la scomparsa, mentre tentava di disfarsi del corpo, dandolo due volte alle fiamme e poi nascondendolo in garage, nel bagagliaio dell'auto e infine in un'intercapedine in un'area dismessa, dove su sua indicazione i carabinieri lo hanno trovato nella notte tra mercoledì e giovedì.

Le immagini potranno quindi chiarire se aderisca al vero il racconto di Impagnatiello, che - scrivono l’aggiunta Letizia Mannella e la pm Alessia Menegazzo nel decreto di fermo - “ha dimostrato di essere in grado di mentire ripetutamente e di cambiare più volte versione dei fatti”. Il 30enne ha sostenuto anche questa mattina durante l'interrogatorio di convalida del fermo davanti al gip Angela Minerva di ucciso Giulia e di averne occultato il cadavere da solo, senza l'aiuto di complici.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza