cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 11:14
Temi caldi

Moda: Cruciani tra sacro e profano, caccia ai rosari 'Mistero', must dell'estate

25 luglio 2015 | 13.19
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Ariadna Romero a Capri con indosso alcune collane della collezione 'Mistero' di Cruciani (Foto Mauro Tarzariol)

Dici braccialetto macramè e pensi subito a Cruciani. Chi non ricorda le lunghissime code davanti alla boutique di Forte dei Marmi, quattro anni fa, quando fu lanciato il famoso 'Quadrifoglio'? Dopo il successo dei coloratissimi braccialetti, che in molti pensavano rimanessero un fenomeno estivo, e che invece continuano a essere stravenduti in ogni parte del mondo, Cruciani ha lanciato 'Mistero'. (guarda la Fotogallery)

E la storia si ripete, questa volta partendo da Capri, dove il fashion rosario, composto da collana e braccialetto, va a ruba, con file interminabili nella boutique dell'isola, facendo registrare il tutto esaurito all'indomani dalla presentazione.

Donati 30.000 teli da bagno all'elemosineria vaticana

Segni particolari: la croce, che pende al polso e al collo, in bilico tra il sacro e il profano, quasi a soddisfare un bisogno di spiritualità dei giorni nostri. Gioielli in pizzo che hanno anche una causa nobile, come in tutta la storia di Cruciani, quella di aiutare i meno abbienti.

"Quattro anni fa è nato il quadrifoglio e non ci saremmo mai aspettati il successo che abbiamo avuto e che continua anno dopo anno - dice il fondatore di Cruciani, Luca Caprai, all'Adnkronos - 'Mistero' sta avendo lo stesso impatto che, francamente, credevamo non si potesse replicare. Invece eccoci qui a far fronte agli ordini che arrivano da ogni parte. Ma, come è successo per il quadrifoglio, chi vuole 'mistero' deve per forza andare nei negozi di Capri e di Forte dei Marmi, gli unici autorizzati alla vendita. Un successo - evidenzia Luca Caprai - che ancora una volta divideremo con i meno abbienti".

E un piccolo miracolo i nuovi rosari macramè lo hanno già compiuto, quello di aiutare i meno fortunati, grazie agli 11mila teli da bagno che sono stati già consegnati all'elemosineria vaticana per i clochard: "Aiuteranno i meno fortunati di noi, che si stanno recando lì per potersi fare una doccia e asciugarsi con un po' di conforto - ha spiegato il fondatore di Caprai - I teli sono donati con grande piacere da Cruciani. Poter fare del bene è un privilegio e ci dà sollievo". Altri 20.000 teli da bagno sono in arrivo per i senzatetto. Il miracolo continua.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza