cerca CERCA
Lunedì 05 Dicembre 2022
Aggiornato: 03:52
Temi caldi

Cucchi, condannati per falso i carabinieri Mandolini e Tedesco

21 luglio 2022 | 18.05
LETTURA: 2 minuti

Tre anni e 6 mesi all'allora comandante della stazione Appia e 2 anni e 4 mesi al militare che con le sue dichiarazioni ha fatto riaprire le indagini

alternate text

Condannato a tre anni e sei mesi il maresciallo Roberto Mandolini, all'epoca dei fatti comandante della stazione Appia, e condannato a due anni e quattro mesi il carabiniere Francesco Tedesco, il militare che con le sue dichiarazioni ha fatto riaprire le indagini sul caso di Stefano Cucchi. Questa la sentenza della Corte d’Assise di Appello di Roma nel processo d’Appello Bis per le accuse di falso nel caso Cucchi, pronunciata a poche ore dalla prescrizione.

Il processo si è aperto il 4 luglio scorso dopo che la Cassazione ad aprile ha disposto un nuovo giudizio di secondo grado nell’ambito dell’udienza con la quale era stata resa definitiva la condanna a 12 anni di carcere per i carabinieri Alessio Di Bernardo e Raffaele D’Alessandro accusati di omicidio preterintenzionale.

"Della morte di Stefano Cucchi sono stati dichiarati responsabili, con sentenza divenuta definitiva, due carabinieri della stazione Roma Appia come conseguenza delle lesioni praticate. Di queste lesioni non c’e’ traccia nel verbale di arresto. Proprio in virtu’ di questo silenzio - aveva sottolineato il procuratore generale Roberto Cavallone nel corso della requisitoria del 4 luglio scorso - gli agenti della polizia penitenziaria hanno subito un lungo e ingiusto processo. Il processo agli agenti della polizia penitenziaria e il processo agli Ufficiali dell’Arma si sono verificati in conseguenza alle omissioni del verbale di arresto. In quelle 42 righe del verbale di arresto si nasconde il male, la banalità del male. Se fosse stato accennato quanto avvenuto nella sala fotosegnalamento in quel verbale di arresto, Stefano Cucchi non sarebbe morto. La vita di tante altre persone, a partire dai suoi familiari, sarebbe stata diversa".

"Giustizia è fatta fino in fondo, ci abbiamo dedicato tanti anni della nostra vita. Oggi è una giornata importantissima che dedico ai miei genitori che purtroppo non sono riusciti ad essere qui", il commento di Ilaria Cucchi dopo la sentenza.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza