Home . Cultura . Nonino 2015 a Mnouchkine, Bonnefoy, Nussbaum e De simone

Nonino 2015 a Mnouchkine, Bonnefoy, Nussbaum e De simone

La cerimonia di consegna il 31 gennaio con festa per i 40 anni del riconoscimento

CULTURA
Nonino 2015 a Mnouchkine, Bonnefoy, Nussbaum e De simone

La regista francese Ariane Mnouchkine

Sono la regista francese Ariane Mnouchkine, icona del teatro europeo, lo scrittore francese Yves Bonnefoy, considerato il massimo poeta d'Oltralpe, la filosofa statunitense Martha C. Nussbaum, teorica della giustizia globale, e il musicista, compositore e regista Roberto De Simone, cultore principe delle tradizioni popolari campane, i vincitori dei Premi Nonino 2015, giunti alla 40/a edizione e promossi come sempre dall'omonima distilleria friulana. La consegna dei premi avverrà presso le Distillerie Nonino a Ronchi di Percoto (Udine) sabato 31 gennaio, alle ore 11, dove si terrà anche un brindisi in onore di Fabiola Gianotti, nuovo direttore generale del Cern, già insignita del Premio Nonino 2013 e membro della giuria. Il pranzo oltre che in onore dei vincitori sarà anche l'occasione per festeggiare i quarant'anni del Premio Nonino, compreso anche un gran ballo in distilleria.


I vincitori sono stati scelti dalla giuria del Premio Nonino, presieduta da V.S. Naipaul, premio Nobel per la Letteratura 2001, e composta da Adonis, John Banville, Ulderico Bernardi, Peter Brook, Luca Cendali, Antonio R. Damasio, Fabiola Gianotti, Emmanuel Le Roy Ladurie, James Lovelock, Claudio Magris, Norman Manea, Morando Morandini, Edgar Morin ed Ermanno Olmi. Il Premio Nonino 2015 è stato dunque attribuito ad Ariane Mnouchkine, 75 anni, regista e direttrice del Théâtre du Soleil di Parigi, che ha fondato nel 1964. "Con il lavoro di tutta una vita Ariane Mnouchkine ha eretto a monumento il teatro come pratica estetica ed ha portato nel mondo gli ideali dell’Illuminismo europeo e della tolleranza", si legge nella motivazione del riconoscimento che le sarà consegnato dal regista Peter Brook.

Il Premio Internazionale Nonino 2015 è stato assegnato a Yves Bonnefoy, 90 anni, testimone dei "uno dei vertici della lirica contemporanea". Per Bonnefoy compito del poeta è ritrovare la nativa vicinanza delle parole e delle cose, tipica dell’infanzia, cancellata dalle necessità della concettualizzazione intellettuale e della vita quotidiana attiva, come ricorda il poeta Adonis nella motivazione del riconoscimento che riceve per la raccolta "L'ora presente" (Mondadori, 2013). Il Premio Nonino 2015 a "un Maestro del nostro tempo" va a Martha C. Nussbaum, 67 anni, considerata uno dei più influenti filosofi del nostro tempo, "paladina del liberalismo, della laicità e dei diritti civili, teorica della giustizia globale e difensore di ogni creatura vivente". Riceverà il premio da Fabiola Gianotti per l'insieme dei suoi libri pubblicati in italiano dalle edizioni Il Mulino, tra cui il più recente "Emozioni Politiche. Perchè l’amore conta per la giustizia" (2014).

Per il Premio Nonino Risit d’Aur Quarantesimo Anno è stato scelto Roberto De Simone, 81 anni, "per sottolineare la permanente attualità della civiltà contadina, fatta di saperi, cultura e tradizioni ricca di grande vitalità ed umanità". Definito dallo scrittore e saggista Claudio Magris, che consegnerà il riconoscimento, "fine e profondo uomo di cultura, letterato, musicologo,compositore e autore teatrale", Roberto De Simone ha dedicato "il suo esistere a salvaguardare e far scoprire un patrimonio culturale straordinario come quello tradizionale partenopeo che rischiava di spegnersi". De Simone riceverà il premio per l'insieme delle sue opere pubblicate da Einaudi, a partire da "La gatta Cenerentola" (1977) e "Il presepe popolare napoletano" (1998), fino alla cura nei "Millenni" delle fiabe campane e di "Il Cunto de li Cunti" di Giambattista Basile.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.