Home . Cultura . Al Maxxi 'Glamour 'n soul', le foto di Francesco Escalar tra cinema e moda

Al Maxxi 'Glamour 'n soul', le foto di Francesco Escalar tra cinema e moda

CULTURA
Al Maxxi 'Glamour 'n soul', le foto di Francesco Escalar tra cinema e moda

E’ stato un maestro nella fotografia tra i più amati dal cinema italiano e proprio con la luce speciale dei suoi ritratti ha lasciato un segno inconfondibile tra cinema e moda. Per questo Istituto Luce Cinecittà dedica un omaggio a Francesco Escalar ricordandolo a tre anni dalla sua improvvisa scomparsa. "Francesco Escalar – Glamour ‘n soul" è Il titolo della Mostra che sarà aperta al pubblico dal 16 Settembre prossimo, nello Spazio D del MAXXI Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, fino al 16 Ottobre: circa 70 le opere esposte, dedicate tra gli altri a maestri come Bernardo Bertolucci, Robert De Niro, Giuseppe Tornatore, Ferzan Ozpetek, al fascino di attrici come Monica Bellucci, Valeria Bruni Tedeschi, Valeria Golino, Asia Argento, Sabrina Ferilli e al talento di protagonisti come Stefano Accorsi, Christian De Sica, Giuseppe Fiorello, Alessandro Gassman, Kim Rossi Stuart, Carlo Verdone, molti dei quali hanno confermato la propria presenza in occasione dell’anteprima del 15 Settembre, riservata alla pre-inaugurazione con gli amici, i familiari ed i colleghi chiamati a rendergli omaggio insieme a moltissimi talenti del cinema e della moda che attendevano da tempo di ricordarlo insieme ai figli Federico, Giorgio e Riccardo e alla moglie Luigia Greco, curatrice della mostra e anche del volume pubblicato per l’occasione, edito da Skira e da Istituto Luce Cinecittà, con la prefazione di Gabriele Muccino.


Come scrive proprio Muccino, Francesco, attraverso i suoi scatti “ha segnato come un metronomo i nostri mutamenti, le nostre crescite, le nostre esistenze. Francesco ci lascia la vita degli altri catturata per sempre nei suoi scatti, a testimonianza e ricordo della sua arte e del suo amore per la vita…Non so dire quando esattamente lo incontrai ma”, scrive ancora Muccino, “Lo ricordo con la sua conoscenza, i suoi sorrisi, la sua cordialità … Francesco ha catturato nel suo obiettivo stagioni, generazioni intere del cinema italiano e le sue foto marcano stagioni intere dei nostri ultimi decenni”.

I ritratti ripercorrono la sua carriera in un allestimento suggestivo che prevede una retroilluminazione personalizzata delle singole opere grazie a mini led regolati individualmente, stampate su leggerissimo pvc poroso in formati di grandi dimensioni, fino a 2 metri x 3, così da esaltare l’utilizzo della luce in cui Escalar è stato un maestro.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.