Cerca

Il candidato del Qatar all'Unesco: "Ercolano e Venezia le priorità del mio mandato"

Missione a Roma di Hamad Al Kawari che ha incontrato al Ministero dei Beni culturali e a Montecitorio

CULTURA
Il candidato del Qatar all'Unesco: Ercolano e Venezia le priorità del mio mandato

"Ercolano e Venezia le priorità del mio mandato". Lo ha dichiarato Hamad Bin Abdulaziz Al Kawari, candidato ufficiale dello Stato del Qatar a nuovo Direttore Generale dell’Unesco, in visita a Roma per due giorni di incontri con il mondo politico e accademico italiano. Dopo aver ricevuto ieri la laurea honoris causa da parte dell’Università di Tor Vergata, si è presentato per la prima volta ai giornalisti italiani all’Associazione Stampa Estera. In serata, ha incontrato il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini.


Al Kawari ha illustrato al ministro i motivi che l’hanno spinto ad avanzare la propria candidatura e ha condiviso la sua visione sul futuro dell’organizzazione per la promozione della cultura e dell’educazione. "La guida dell’Unesco non è semplicemente una carica - ha spiegato - ma una vera e propria missione. Sono desideroso di ascoltare il punto di vista dell’Italia e considererò Ercolano come una delle priorità del mio mandato".

La visita in Italia, Paese che detiene il maggior numero di siti Unesco, è proseguita oggi con un incontro al ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo guidato dal ministro Dario Franceschini. Al-Kawari ha discusso dell’unicità del patrimonio culturale dell’Italia e delle strategie comuni per affrontare le nuove minacce globali. Al centro degli interventi dell’ex ministro della Cultura qatarino l’importanza di combattere con lo sviluppo culturale e la tutela della diversità i rischi derivanti dal radicalismo, come dimostrato dalla decisione del Governo italiano di destinare alla cultura e alla sicurezza lo stesso ammontare di risorse.

"Una città come Venezia deve essere tutelata e valorizzata. Per questo mi impegnerò affinché continui a essere considerata come uno dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco" ha detto Al-Kawari nel corso dell’incontro. Successivamente, si è recato alla Camera dei Deputati per una riunione con la Presidenza della Commissione Cultura, nel corso della quale ha illustrato in dettaglio i punti fondamentali della sua campagna. Il tour istituzionale è proseguito poi con la visita alla Società Geografica Italiana a Villa Celimontana, dove ha incontrato i vertici della storica associazione.

Hamad Bin Abdulaziz Al Kawari è diplomatico, statista e intellettuale e ha ricoperto il ruolo di ministro della Cultura del Qatar dal 2008 al gennaio 2016. Dopo una carriera come ambasciatore in Francia, Stati Uniti e all’Onu, è infatti entrato nel governo dello Stato arabo nel 1992, come ministro dell’Informazione e della Cultura ed è stato il primo ad ottenere le deleghe congiunte per la Cultura, le Arti e il Patrimonio Culturale.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.