Dario Fo si confronta con Darwin e presenta a Milano la sua nuova opera

CULTURA
Dario Fo si confronta con Darwin e presenta a Milano la sua nuova opera

(Fotogramma)

"Quando mi trovo davanti a ogni realtà conclamata mi sorge sempre il dubbio che la verità sia un’altra". A dirlo era Charles Darwin, e proprio al padre dell'evoluzionismo e ai suoi dubbi il premio Nobel Dario Fo ha dedicato il suo nuovo libro, "Darwin. Ma siamo scimmie da parte di padre o di madre?".


Il volume è edito da Chiarelettere (pagg. 128, 15 euro) ed è stato presentato oggi a Milano. "Ho voluto raccontare -spiega il grande artista- la storia delle scoperte che il più grande scienziato ha assicurato al mondo intero perché siamo ignoranti: in troppi non sappiamo da dove veniamo e perché". Chi può dargli torto?

Non finisce la voglia di Fo di confrontarsi con il sapere e la storia per capire meglio l’uomo e il suo mondo. In questo caso per capire da dove veniamo e superare i pregiudizi che abbiamo, dettati dall’ignoranza. Una risposta semplice, documentata e divertita a chi ancora oggi sostiene il 'creazionismo', in polemica con Darwin e la teoria dell’evoluzione.

Nelle pagine si racconta la vita di un grande scienziato e viaggiatore instancabile, "che si dedicò a scoprire come è fatto il mondo in cui viviamo e perché siamo così". Anni passati in mare e in terre lontane a raccogliere conchiglie, coleotteri, crostacei, a studiare la vita degli insetti -soprattutto le formiche e la loro incredibile capacità organizzativa- e in genere di tutti gli animali considerati come nostri 'fratelli'.

Da lì noi veniamo, perciò -chiede Fo- come possiamo maltrattarli? Una singolare vicenda quella di Darwin: quella di un teologo che diventa scienziato, confutando le teorie deterministe della Bibbia, e che dimostrerà che noi tutti siamo discendenti dello stesso ominide, tutti uguali, e per questo -all'epoca- combatterà anche la tratta degli schiavi.

Era troppo per allora e Darwin subì attacchi violentissimi non solo dalla Chiesa. Ma ancora oggi la sua figura e le sue idee danno fastidio e la sua teoria è contrastata, soprattutto in certi ambienti scolastici. Una favola vera, di più di duecento anni fa, e a tutt'oggi attualissima.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.