Cerca

Dal ricavato del libro 'Direfare' i mattoni dello sport ad Acquasanta dopo il sisma

CULTURA
Dal ricavato del libro 'Direfare' i mattoni dello sport ad Acquasanta dopo il sisma

Dal ricavato del libro 'DireFare, pensieri e azioni per l’Italia' i mattoni per ricostruire il plesso sportivo di Acquasanta Terme, il piccolo paesino piceno duramente colpito dal terremoto del 24 agosto 2016. Si tratta del volume edito da Roi Edizioni, testimonianza preziosa del più grande corso di formazione mai tenuto in Italia a sostegno dei luoghi colpiti dal sisma, il cui ricavato sarà interamente devoluto a questo scopo. Il corso in questione ha avuto luogo il 14 e 15 gennaio scorsi nel Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno e ha visto sfilare molti professionisti a costo zero, coinvolti a titolo di puro volontariato proprio per fare in modo che tutti i proventi dell’operazione fossero destinato alla beneficenza.


Più di 800 i partecipanti paganti che insieme a imprenditori, formatori, artisti e campioni hanno dato vita a questo grande evento ideato e organizzato da Marcello Mancini e Sara Pagnanelli, proprietari di Roi Group (Performance Strategies) e con il patrocinio della Regione Marche, dei Comuni di Ascoli Piceno e Acquasanta Terme.

La manifestazione, nel complesso, ha permesso di raccogliere fondi utili alla ricostruzione e a riportare vita nei territori colpiti dal sisma. La gestione dei fondi è stata affidata ad un notaio per certificare la totale trasparenza.

Nel libro sono raccolti gli interventi delle 48 personalità che hanno preso parte gratuitamente a questo evento, raccontando il meglio delle proprie esperienze professionali ed umane. Eccone alcuni: Giorgio Nardone, Roberto Re, Igor Sibaldi, Matteo Salvo, Niccolò Branca, Maurizia Cacciatori, Pupi Avati, Arrigo Sacchi, Alfio Bardolla, Alessandro Rimassa, Sergio Borra, Sebastiano Zanolli, Marina Salamon, Franco Angioni, Eusebio Gualino, Daniel Lumera, Filippo Ongaro, Max Calderan, Cecilia Sardeo, Leonardo D’urso, Diego Ingrassia, Italo Pentimalli, Oliviero Toscani, Fabio Zaffagnini, Josefa Idem, Francesco Tesei.

"Un movimento di donne e uomini accomunati dalla passione per la crescita personale e la voglia di una nuova coscienza civile, con la consapevolezza che tra il ‘dire’ e il ‘fare’... c’è sempre il ‘fare’ e qualche volta anche il ‘dare’", scrive Marcello Mancini nelle conclusioni del libro.

Il volume appena uscito è, infatti, il documento di un evento che riunisce il mondo della formazione in tutti i suoi contenuti più attuali, un concentrato dei migliori principi che servono ad attivare comportamenti virtuosi nella propria dimensione umana e professionale.

Principi quali la prestazione individuale (nelle imprese estreme e in quelle quotidiane), la leadership e il senso della squadra, le nuove regole del business e della finanza nell’età digitale, la creatività e il talento, il genio e la responsabilità imprenditoriale, la produttività e l’efficienza personale, la resilienza e la capacità di superare le difficoltà, le fonti del benessere e dell’equilibrio personale.

"E' stato un bisogno esserci, curare le ferite dei sopravvissuti, fare la nostra parte", scrive Sara Pagnanelli. "Si dice che la vita è per il dieci per cento ciò che ci accade e per il novanta per cento come reagiamo", conclude Marcello Mancini.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.