Catena Fiorello: "Piangete, fa bene all'anima"

CULTURA

Un romanzo sul potere catartico delle lacrime, che permettono di ricominciare a vivere. Catena Fiorello scrive 'Tutte le volte che ho pianto', edito da Giunti, perché "non bisogna smettere di piangere, perché aiuta a liberare le emozioni e a lasciar andare il passato. Io avevo smesso, poi ho capito". La scrittrice, ospite di Adnkronos, racconta l'esigenza alla base del suo nuovo libro, che ha come protagonista una giovane donna, Flora. Dopo l'ennesimo tradimento del marito, la donna decide di lasciarlo convinta di non riuscire più ad aprire le porte del cuore, indurito dal dolore. Flora incontrerà poi Leo, un produttore cinematografico che le dimostrerà che non è mai troppo tardi per amare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.