Cerca

Grande successo per l'open day dell'Accademia di Belle Arti di Frosinone

CULTURA
Grande successo per l'open day dell'Accademia di Belle Arti di Frosinone

Grande successo per l’Accademia di Belle Arti di Frosinone all’Open Day del 21 marzo 2019. La manifestazione è stata progettata con l’intenzione di far conoscere l’istituzione frusinate, non solo per la sua offerta formativa ma anche per l’attività creativa e l’azione culturale. Approfondimenti, mostre, performance, workshop hanno impegnato studenti, docenti e pubblico in una vera e propria festa di primavera. I colori hanno guidato i visitatori nei differenti percorsi gestiti dagli studenti con la supervisione dei docenti, con l’obiettivo di far comprendere la complessità del fare arte.


L’Accademia di Belle Arti di Frosinone, fondata nel 1973, è l’Istituzione statale preposta alla formazione artistica terziaria di riferimento per il Lazio Meridionale.

L’ampia offerta formativa, che vanta eccellenze riconosciute nell’abito dell’Alta Formazione Artistica, è articolata in corsi di primo livello - Arte sacra contemporanea, Comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico, Decorazione, Fashion Design, Grafica d’Arte, Graphic Design, Media Art, Pittura, Scenografia, Scultura - e corsi di secondo livello - Comunicazione e valorizzazione del patrimonio artistico, Decorazione, Fashion Design, Grafica d’Arte, Grafica d’Arte per l’illustrazione, Graphic Design, Media Art, Pittura, Pittura – Arte pubblica, Scultura, Scenografia, Scultura - distribuiti tra le due sedi di Viale Marconi e di Palazzo Tiravanti.

Da sempre l’equilibrata proporzione numerica docenti/studenti consente la fruizione di laboratori e di percorsi individuali propedeutici alla formazione degli iscritti. Nell’obiettivo di una crescita culturale progettata per gli studenti, ma sinergicamente aperta all’intero territorio, si aggiunge al piano dell’offerta didattica curricolare l’istituzione di numerosi workshop, che ampliano la specificità delle competenze e istituiscono confronti diretti con professionisti di chiara fama.

Prerogativa reale dell’Istituzione è l’alto profilo professionale dei docenti che negli ultimi anni ha permesso la realizzazione di progetti ambiziosi e dal respiro internazionale, l’attivazione di situazioni concrete di valorizzazione culturale e di intervento nella realtà territoriale.

L’internazionalizzazione dell’Accademia di Belle Arti è cresciuta progressivamente nell’ultimo decennio, affidata non solo all’azione dell’ufficio Erasmus - destinato alla mobilità degli studenti e dei docenti – ma anche a un numero rilevante di protocolli d’intesa e convenzioni stipulate con istituzioni e paesi stranieri: azioni concrete che ne hanno consentito il riconoscimento anche all’estero.

La presenza di studenti provenienti dall’Europa, dal Medio e dall’Estremo Oriente ha permesso, infatti, l’apertura di collaborazioni di studio e di lavoro, consolidandone il ruolo trainante per la crescita del territorio.

L’Anno Accademico 2018/19 ha inaugurato una nuova fase, le cui linee di intervento programmatico hanno come obiettivi l’attenzione alle specificità dei singoli insegnamenti, il potenziamento della ricerca di docenti e studenti, ma anche la realizzazione di una cadenzata programmazione di pubblicazioni e appuntamenti espositivi di respiro nazionale e internazionale.

Nel segno dell’apertura e della collaborazione a tutto tondo con il mondo della cultura e delle istituzioni locali e della scuola, l’Accademia si è spesa per rafforzare rapporti già istituiti, ma anche per attivare nuove relazioni con fondazioni private, organismi museali, università italiane e straniere, ambasciate e istituti di cultura italiani all’estero.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.