Cerca

'Cortili aperti' nelle dimore storiche romane

CULTURA
'Cortili aperti' nelle dimore storiche romane

Un particolare dell'interno di Palazzo Sforza Cesarini a Roma, tra le 'dimore storiche' aperte al pubblico il 18 e il 19 maggio.

Apriranno al pubblico, il 18 e il 19 maggio, 26 tra i più suggestivi cortili delle dimore storiche private romane, tra cui i palazzi Del Drago, Gomez Silj, Grazioli, Odescalchi, Pamphilj, Scuderie Ruspoli, Taverna. Esporranno numerosi artigiani e si svolgeranno eventi culturali, mostre e concerti. I visitatori potranno esplorare l’interno dei cortili abitualmente chiusi al pubblico, dove i giovani studenti delle facoltà romane di architettura e storia dell’arte li accoglieranno per illustrare la bellezza delle architetture e le opere artistiche custodite all'interno delle residenze nobiliari.


Le gallerie d’arte presenti nei cortili resteranno aperte il sabato durante la manifestazione, rendendo possibile visitare le mostre di artisti contemporanei a palazzo Boncompagni Cerasi, a palazzo Cenci, a palazzo Pasolini, alla Fondazione Memmo - Scuderie di palazzo Ruspoli. L’ingresso è libero e non è richiesta la prenotazione.

Questi i cortili e le dimore aperte al pubblico: Convento Pio Sodalizio dei Piceni (Piazza S. Salvatore in Lauro), Palazzo Avila – Via del Governo Vecchio), Palazzo Berardi Guglielmi (Via del Gesù, 62), Palazzo Boncompagni Cerasi (Via del Babuino, 51), Palazzo Caetani (Via delle Botteghe Oscure), Palazzo Capponi Antonelli (Via di Monserrato, 34), Palazzo Cenci (Piazza dè Cenci, 56), Palazzo Cisterna (Via Giulia, 163), Palazzo d’Aste (Via di Monserrato, 149), Palazzo del Drago (Via dei Coronari, 44), Palazzo del Gallo (Piazza Farnese, 44) Palazzo della Valle e visita Sala Serpieri (Corso V. Emanuele II), Palazzo Gomez Silj (Via della Croce, 78/A).

Visitabili anche Palazzo Grazioli (Via del Plebiscito, 102), Palazzo Malvezzi Campeggi (Via del Consolato, 6), Palazzo Massimo Lancellotti (Piazza Navona, 114), Palazzo Montoro (Via di Montoro), Palazzo Odescalchi (Piazza Santi Apostoli, 80), Palazzo Pamphilj -Ambasciata del Brasile (Piazza Navona, 14) Sabato ore Palazzo Pasolini dall’Onda (Piazza Cairoli), Palazzo Sacchetti (Via Giulia), Palazzo Sforza Cesarini (Corso Vittorio Emanuele II, 284), Palazzo Sterbini (Via del Banco di Santo Spirito, 30), Palazzo Taverna (Via di Monte Giordano, 36), Palazzo Torlonia (Via Bocca di Leone, 78), Scuderie di Palazzo Ruspoli (Via di Fontanella Borghese, 56/B).

L'Associazione Nazionale Dimore Storiche è nata nel 1977 e conta attualmente circa 4mila e 500 soci e rappresenta una componente significativa del patrimonio storico e artistico del nostro Paese. L’Associazione promuove attività di sensibilizzazione per favorire la conservazione, la valorizzazione e la gestione delle dimore storiche, affinché gli immobili, di valore storico-artistico e di interesse per la collettività, possano essere tutelati e tramandati alle generazioni future nelle migliori condizioni migliori.

Un impegno rivolto, in particolare verso gli stessi soci stessi, proprietari dei beni, verso le Istituzioni centrali e territoriali, competenti sui diversi aspetti della conservazione e la pubblica opinione, interessata alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Paese.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.