Cerca

I 'Crossing borders' di Steven Meek alla Tibaldi di Roma

Dal 20 giugno al 10 luglio le opere 'senza confini' dell'artista texano

CULTURA
I 'Crossing borders' di Steven Meek alla Tibaldi di Roma

Pezzi di legno consumati dall'acqua, pezzi di plastica e di sughero trovati sulla spiaggia, cemento e gesso colorato. Non c'è limite o confine nell'opera di Steven Meek, l'artista texano trapiantato in Italia per 'amore' di Giorgio Morandi, che dal 20 giugno al 10 luglio espone nella personale dal titolo 'Crossing borders', alla galleria Tibaldi Arte Contemporanea di Roma.


'Crossing borders' riflette un lungo percorso esistenziale ed artistico, un cammino ed una ricerca che ha portato Steven Meek ad oltrepassare confini, geografici e non solo, per scoprire ed assorbire lo spazio ed il luogo, fisico ed artistico, che ha scelto come proprio. Nelle sue opere Meek travalica con coraggio molti confini. Non riconosce il limite tra pittura e scultura. Né si lascia inibire dalla linea che separa l'arte figurativa da quella astratta. I suoi interessi sono ampi, ma la sua opera è precisa. Il suo linguaggio naviga in molti mondi e sfugge a semplici categorizzazioni. L'astratto impone ordine alla sua tendenza figurativa, mentre la rappresentazione figurativa tempera l'interesse per l'astratto.

Meek è nato e si è formato in Texas, trasferendosi poi sulla East Coast per studiare prima alla New York Studio School e poi alla Yale School of Art graduate school, dove nel 1994 ha conseguito il master of fine art. Venuto subito dopo in Italia per un moderno 'Grand Tour' alla ricerca dei grandi maestri studiati ed amati, ma anche di pittori del nostro Novecento che lo hanno fortemente influenzato, in particolare Giorgio Morandi, Meek ha poi scelto di rimanere a vivere e lavorare a Roma. Attualmente insegna al Rome Art Program di New York. In questi anni ha esposto in mostre personali, collettive e nelle principali fiere a Bologna, Milano, Monte-Carlo. Le sue opere sono in diverse collezioni private in Italia e negli Stati Uniti. Recentemente la AT&T corporation ha acquistato l'opera 'Rome 360°' per la sua collezione in Texas.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.