cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 07:34
Temi caldi

Da 66 anni i Corazzieri guardia d'onore del Presidente della Repubblica

13 gennaio 2015 | 17.38
LETTURA: 2 minuti

Ma la loro storia risale al Regno d'Italia con la fondazione del reparto nel 1868. Inquadrato nella forza armata dell'Arma dei Carabinieri, il reggimento corazzieri è stato fino al 24 dicembre del 1992 un reparto, al quale dal 1978 fu concesso uno stendardo

alternate text
Corazzieri al Quirinale

Da 66 anni, i Corazzieri a cavallo costituiscono il reggimento al quale dal 11 maggio del 1948 è affidata la guardia d'onore del Presidente della Repubblica. Inquadrato nella forza armata dell'Arma dei Carabinieri, il reggimento corazzieri è stato fino al 24 dicembre del 1992 un reparto, al quale dal 1978 fu concesso uno stendardo.

La storia dei Corazzieri inizia però già con il Regno d'Italia: fu infatti costituito il 7 febbraio del 1868 nell'allora capitale Firenze, formato da 80 carabinieri a cavallo per la scorta d'onore al corteo reale. Nel 1871, con Roma capitale d'Italia, lo squadrone delle Guardie del Re, già da allora soprannominati 'corazzieri' per via della corazza indossata, fu inserito nella legione Carabinieri di Roma e si insediò al Quirinale, la sede che fu dei Papi e poi della monarchia dei Savoia, fino all'avvento della Repubblica Italiana.

Per diventare corazziere è richiesta, tra i vari requisiti, anche un'altezza minima di 1 metro e 90 centimetri e l'abilità a cavalcare i cavalli del reggimento, tutti di razza irlandese e anch'essi di altezza superiore alla media, almeno 1.70 al garrese. Alternativa al nobile equino è la moto Guzzi modello 'California'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza