cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 12:07
Temi caldi

Porti: Uggè, bene riforma, non possiamo perdere opportunità in Europa

12 aprile 2017 | 13.30
LETTURA: 3 minuti

alternate text

La riforma portuale, "che il ministro Delrio ha voluto portare avanti, va nella direzione giusta. L'Italia è una grande piattaforma proiettata nel Mediterraneo" ma c'è il rischio "di perdere grandi opportunità in Europa" se "non colleghiamo le infrastrutture tra loro e se non abbiamo un piano di logistica che renda veloce l'attraversamento dei porti e che li colleghi con le altre infrastrutture per far arrivare le merci sui mercati europei". E' quanto dice Paolo Uggè, vicepresidente di Confcommercio, a margine di un convegno organizzato sul tema della riforma portuale (Video).

Confcommercio, continua, porta avanti "la logica di dare una rappresentanza di sistema dei trasporti sia su gomma che su ruota o via nave. Collegato a questo c'è ovviamente tutto il sistema tecnico nautico che fa parte del mondo confederale. E' una sfida e Confcommercio, che ha trovato anche il consenso di Clia, sta portando avanti il concetto di rete anche dal punto di vista delle adesioni e della rappresentanza. Avere oggi il turismo, le infrastrutture e i trasporti collegati in una sola realtà, che è unica in Italia, è la dimostrazione di come vogliamo impegnarci non per fare gli interessi associativi, ma quelli degli operatori e del nostro Paese".

Infatti, "realizzare un sistema logistico efficiente è dare una risposta all'economia del Paese. E' ormai l'elemento riconosciuto a livello mondiale per dare competitività", sottolinea Uggè, secondo cui "si tratta di un elemento che consente di razionalizzare, rendendo interconnesse tra loro le varie modalità che sono la gomma, il ferro e il mare. I porti sono l'elemento di accoglienza, quindi la logistica è lo strumento che mette a sistema tutte queste reti. E' evidente che la riforma portata avanti dal ministro Delrio ha questo scopo e ha questo beneficio".

"Se si ferma la logistica - conclude Uggè - il sistema rischia di produrre per niente. Se le merci non arrivano in tempo utile sui punti di destino, perdono infatti opportunità e mercati".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza