cerca CERCA
Sabato 10 Dicembre 2022
Aggiornato: 10:56
Temi caldi

Smog: da Fo ad Arisa appello ai candidati sindaco per una #rivoluzionedellaria

17 maggio 2016 | 16.08
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Dieci azioni concrete da mettere subito in campo per riconoscere a tutti i cittadini il diritto di respirare aria che non faccia male. Sono quelle elencate in un video-appello lanciato, in vista delle prossime elezioni amministrative, ai candidati sindaco da 13 testimonial. Dario Fo, Carlo Conti, Filippo Timi, Caterina Balivo, Geppi Cucciari, Guido Brera, Arisa, Filippa Lagerback, Mara Maionchi, Kristian Ghedina, Manuela Sensini, Enrico Dindo e Francesco Forastiere si sono fatti volto e voce di una petizione lanciata dall'Associazione 'Cittadini per l'aria' e 'I diavoli', per riportare all'ordine del giorno un problema di primaria importanza per la nostra salute.

L'Italia, si ricorda infatti nel video, ha il maggior numero di morti premature in Europa a causa dell’inquinamento atmosferico. Mediamente, chi vive in un’area urbana nel nostro Paese, è esposto a livelli di particolato fine (PM 2.5) doppi rispetto al limite indicato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità (10μg/m3). Di questi circa il 50% è esposto a valori di PM 2.5 superiori anche ai limiti di legge. Oltre a un numero inaccettabile di morti premature all’anno (35.000) l’esposizione agli inquinanti dell’aria porta con sé nascite premature e sottopeso, danni cognitivi nei bambini, asma, tumori, allergie, patologie respiratorie, infarti, ictus, diabete. E ancora: danni ai monumenti e al costo collegato al danno sanitario che ci costa il 5% del Pil.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza