cerca CERCA
Giovedì 06 Maggio 2021
Aggiornato: 22:58
Temi caldi

Da Johnson a Macron, i leader mondiali positivi al Covid

17 dicembre 2020 | 12.18
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp)

Il presidente francese Emmanuel Macron è l'ultimo di una serie di leader mondiali risultati positivi al test per il coronavirus da quando è iniziata la pandemia. Lo scorso 2 ottobre ad ammalarsi è stato Donald Trump, risultato positivo, insieme alla moglie Melania, e anche a quanto si è appreso in seguito il figlio Baron, e diversi consiglieri e collaboratori in quello che divenne un vero e proprio focolaio alla Casa Bianca, dovuto anche al fatto che non venissero seguite rigide misure di distanziamento e l'uso della mascherina. Ricoverato nell'ospedale militare Walter Reed di Washington di fronte al peggiorare dei sintomi, Trump è stato dimesso dopo tre giorni dopo essere stato sottoposte a diverse terapie, tra le quali quelle degli anticorpi monoclonali allora ancora sperimentali negli Usa.

Il primo grande leader mondiale a essere ricoverato per coronavirus è stato il premier britannico Boris Johnson, trasferito lo scorso 6 aprile nel reparto di terapia intensiva dopo il peggioramento dei sintomi.

Assistito con l'ossigeno, ma non intubato, Johnson ha espresso la sua gratitudine al servizio sanitario nazionale, dicendo che gli era stata salvata la vita e che senza l'assistenza ricevuta ''sarebbe potuta andare diversamente''. In Gran Bretagna anche l'erede al trono, il principe Carlo, è risultato positivo al coronavirus, così come il ministro della Salute Matt Hancock. Contagiato dal Covid-19 anche il negoziatore europeo per la Brexit, Michel Barnier.

In Brasile il presidente Jair Bolsonaro a luglio ha annunciato di aver contratto il Covid-19 e di curarsi con l'idrossiclorochina. Per mesi aveva messo in dubbio la contagiosità del coronavirus, evitando il distanziamento sociale e uscendo senza mascherina.

Un altro leader da annoverare tra i 'negazionisti", il controverso presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, che ha spesso parlato di ''psicosi'' coronavirus e ha suggerito di bere vodka per mantenersi in salute, a luglio ha annunciato di aver contratto l'infezione.

Altri capi di stato e di governo che hanno contratto il virus sono il 51enne presidente dell'Honduras, Juan Orlando Hernández, il 64enne presidente del Guatemala Alejandro Giammattei e il 45enne primo ministro armeno Nikol Pashinyan.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza