cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 19:58
Temi caldi

Solidarietà

Francia: da Jovanotti a Katy Perry, la solidarietà delle star a Parigi

14 novembre 2015 | 08.16
LETTURA: 8 minuti

alternate text
(Foto dal profilo Twitter di Lorella Cuccarini)

Da Jovanotti a Michael Moore passando per Emma Marrone, Justin Timberlake, Kate Hudson, Katy Perry e i Negramaro. Tante le star che stanno manifestando sui social la loro solidarietà al popolo francese per gli attentati di venerdì. Molte, come Lorenzo Cherubini in arte Jovanotti, hanno riproposto il logo postato da Bansky 'Peace for Paris', che ritrae il simbolo della pace con, all'interno, la Tour Eiffel stilizzata.

E se Justin Timberlake ha scritto '#PRAYFORPARIS', Ricky Martin ha aggiunto: '#JeSuisParis'. Da Katy Perry arriva un invito: "Ragazzi, questo è il momento di #PrayForParis'. La pop star ha anche ritwittato Chris Rock che, sul logo postato da Bansky, invita ugualmente a pregare per Parigi. Stesso simbolo su Instagram per Kim Kardashian, mentre l'attrice Kate Hudson ha postato una foto del monumento simbolo di Parigi con una frase di Gandhi: "There is no path to peace, peace is the path' ('Non vi è alcuna strada che porta alla pace, la pace è la via').

Una valanga di critiche ha investito Rob Lowe che, sul suo profilo, ha scritto prima un laconico 'Viva la Francia! #Paris' seguito da 'Oh, adesso la Francia chiude le sue frontiere. #Hollande' e da un più esplicito tweet, riferito al discorso alla nazione del presidente francese, nel quale afferma: 'O questa è la peggiore traduzione mai fatta di un importante discorso, oppure è uno dei peggiori discorsi mai fatti. #Hollande'. Quella che è sembrata una critica alla politica francese in materia di immigrazione e poi l'attacco al presidente Hollande, non sono piaciuti ai social che non si sono risparmiati. A questo punto l'attore statunitense ha corretto il tiro scrivendo: 'Ho vissuto in Francia e ci ho passato molto tempo. Sono stato in quello stadio. Tutto ciò è terribilmente triste per un luogo che amo", per poi sbottare, riferendosi a quanti lo attaccavano, 'Wow. Per voi Troll là fuori, la frase 'Vive La France', è la tradizionale espressione di sostegno per la Francia. Non fraintendete le mie parole'.

'My whole heart is with Paris tonight. In the spirit of Ubuntu, we are all connected - I am because WE are', scrive Charlize Theron ('Tutto il mio cuore è con Parigi stasera. Nello spirito di Ubuntu, siamo tutti collegati - Io sono perché noi siamo'. 'Ancora. Ancora. Parigi, i nostri cuori sono con voi. Voi siete i nostri amici più vecchi. La pace vincerà l'odio. Noi soffriamo per le decisioni prese da uomini che scioccamente cominciano le guerre e stupidamente si lasciano alle spalle miseria e disordine', scrive Michael Moore su Instagram.

Tra gli artisti italiani, sul suo profilo Facebook Gianni Morandi postando una foto della Torre Eiffel ha scritto: "È difficile non pensare a quello che è successo a Parigi. Orrore, sbigottimento, dolore, terrore, paura...Che sta succedendo nel mondo?". I Negramaro hanno ripostato su Twitter il logo di Bansky con il messaggio: '#parigi il cuore trema'. Mentre Laura Pausini in francese scrive sul social: 'Ce que j'ai lu sur les attentats en France, c'est triste et choquant. Une prière pour les familles des victimes et pour toute la France ('Quello che ho letto sugli attentati in Francia, è triste e scioccante. Una preghiera per le famiglie delle vittime e per tutta la Francia').

'Oggi, giornata di silenzio e di preghiera #PrayforParis', scrive Lorella Cuccarini postando una bellissima foto di un occhio dall'iride blu, bianco e rosso come la bandiera francese con due lacrime che scendono.

'Peace for Paris' scrive Alessandro Gassmann e il regista Stefano Sollima posta una foto notturna della Torre Eiffel.

A scrivere invece un lungo messaggio su Instagram è Emma Marrone: 'Leggo solo ora del disastro a Parigi ... E mi chiedo dove arriveremo ? Il terrore e la distruzione non conoscono frontiere .. Non si deve morire in nome di nessun dio .. Di nessuna ideologia .. Per nessuna bandiera ..'. 'Il pensiero libero e la libertà per me sono sinonimi di vita - scrive ancora la cantante salentina che 'lista a lutto' il suo post con una schermata nera - ognuno dovrebbe avere la possibilità e il diritto di essere e di pensare e di vivere senza la paura di morire per la mano di qualcun altro. L'odio ha gettato le fondamenta nella vita di quasi tutti noi .. L'odio vince sulla vita .. L'odio ci ha messo tutti contro .. A partire dalle stronzate fino ad arrivare alle cose più importanti ..'.

'Facciamoci tutti delle domande.. - conclude Emma - Ragioniamo e cerchiamo di capire quanto ogni singola nostra azione scaturisce una reazione .. C'è troppa devastazione .. C'è poco equilibrio .. Il culto della morte non può vincere suo culto della vita .. Ognuno di noi ha il dovere di cambiare e migliorare la vita di tutti. #Parigi #nelcuore'.

Leggo solo ora del disastro a Parigi ... E mi chiedo dove arriveremo ? Il terrore e la distruzione non conoscono frontiere .. Non si deve morire in nome di nessun dio .. Di nessuna ideologia .. Per nessuna bandiera .. Il pensiero libero e la libertà per me sono sinonimi di vita, ognuno dovrebbe avere la possibilità e il diritto di essere e di pensare e di vivere senza la paura di morire per la mano di qualcun altro . L'odio ha gettato le fondamenta nella vita di quasi tutti noi .. L'odio vince sulla vita .. L'odio ci ha messo tutti contro .. A partire dalle stronzate fino ad arrivare alle cose più importanti .. Facciamoci tutti delle domande.. Ragioniamo e cerchiamo di capire quanto ogni singola nostra azione scaturisce una reazione .. C'è troppa devastazione .. C'è poco equilibrio .. Il culto della morte non può vincere suo culto della vita .. Ognuno di noi ha il dovere di cambiare e migliorare la vita di tutti. #Parigi #nelcuore

Una foto pubblicata da Emma Marrone (@real_brown) in data:

Eros Ramazzotti, su Instagram, scrive in italiano, francese e inglese: 'So dove andare, ma non saprei cosa fare, so che pensare, ma non saprei attuare, so che farei, ma non potrei farlo!!!!!'. IL post è accompagnato da una foto della Torre Eiffel in bianco e nero sulla quale campeggia la scritta 'Je suis Paris'. 'Adesso basta sangue' è il messaggio di Biagio Antonacci.

'Vicina a tutte le vittime di Parigi. Mi fa rabbrividire il pensiero che al Bataclan dove anch'io ho suonato sia stato scenario di questo spargimento di sangue - scrive Gianna Nannini su Facebook - Attenzione a chi sta dietro le sigle. Teniamoci stretti in un silenzio che non fa dimenticare. Gianna'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza