cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 10:35
Temi caldi

Contraffazione: da multe salate a rischi salute, i pericoli nei 'tarocchi'

12 agosto 2014 | 16.33
LETTURA: 3 minuti

Le 10 cose da sapere se si decide di acquistare un prodotto falso, in un vademecum distribuito da Federmoda.

alternate text
Prodotti falsi sequestrati dalla Guardia di Finanza

Dai rischi per la salute a quelli per il portafoglio. Chi compra un prodotto 'taroccato', dalla borsa alle scarpe, dal cosmetico alla maglietta, molto spesso non sa dei rischi che corre. A ricordarlo è un vademecum diffuso da Federmoda Confcommercio che si intitola: 'Compri Falso? Ma lo sai che...?. Ed ecco elencati i 10 rischi principali in caso di acquisti di prodotti illegali e falsificati:

1) Sicurezza della salute: i prodotti contraffatti non seguono processi produttivi a norma di legge e controllati, con conseguenti inevitabili rischi per la salute di chi indossa o utilizza il prodotto contraffatto, causati da agenti chimici, coloranti e collanti (allergenici o addirittura cancerogeni), utilizzati nella lavorazione dei prodotti tessili, della pelletteria e delle calzature.

2) Sanzioni: acquistare prodotti falsi comporta una sanzione per l’acquirente finale da 100 euro a 7.000 euro.

3) Qualità/prezzo: la qualità di un prodotto contraffatto corrisponde al prezzo pagato dal consumatore sia in termini di scarsa fattura dello stesso, sia per la mancanza di garanzie di qualità, di assenza di difetti e di assistenza post vendita.

4) Occupazione: contraffazione e abusivismo contribuiscono allo sfruttamento della manodopera clandestina, del lavoro sommerso e del lavoro minorile sottraendo importanti spazi all’economia regolare.

5) Concorrenza sleale: vengono danneggiati gli imprenditori che pagano le tasse. Quegli imprenditori che producono nel rispetto delle leggi e investono in ricerca, sviluppo, innovazione e immagine; quegli imprenditori che vendono nei negozi tradizionali prodotti originali e Made in Italy con valore pari a quelli delle false griffe. Un mercato senza legge è un mercato fuori legge.

6) Fisco: l’industria del falso produce un danno allo Stato, sottraendo all’erario una quota significativa di gettito a causa della diminuzione delle entrate, dell'evasione fiscale e di quella contributiva.

7) Ricadute sociali: sono rilevanti i danni in termini di mancanza di sicurezza nei luoghi di lavoro, delle tutele dei lavoratori occupati nell’industria del falso e nella vendita abusiva di prodotti taroccati (assenza di tutele sanitarie, previdenziali, per infortuni sul lavoro, per orari e salubrità dei luoghi di lavoro)

8) Criminalità: contraffazione ed abusivismo alimentano la malavita ed arricchiscono la criminalità organizzata.

9) Aspetto etico-sociale: è evidente l’assenza della cultura della legalità e un inaccettabile atteggiamento assolutorio verso chi compra.

10) Aspetto penale: contraffazione ed abusivismo sono troppo spesso ed a torto considerati 'reati minori'.

"In sostanza -conclude Federmoda- la contraffazione è un furto per le imprese, un danno per lo Stato, un crimine per la società".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza