cerca CERCA
Martedì 22 Giugno 2021
Aggiornato: 16:20
Temi caldi

Rifiuti: nel Pavese gli asfalti realizzati con gomma riciclata da Pfu

02 dicembre 2020 | 16.42
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Realizzati, nel comune di Robbio, oltre 6.500 mq di strade con l’impiego di asfalti modificati con polverino di gomma riciclata da pneumatici fuori uso (Pfu). Il progetto ha ottenuto il finanziamento da parte di Cassa Depositi e Prestiti che ne ha riconosciuto l’importante valore tecnologico e ambientale.

Grazie all'impegno dell'amministrazione comunale e al supporto di Ecopneus, la società senza scopo di lucro principale operatore della gestione dei Pfu in Italia, nel comune pavese si è scelto di utilizzare un particolare asfalto 'modificato' con aggiunta di polverino di gomma riciclata da Pfu per il rifacimento delle principali arterie di collegamento comunali. I lavori hanno interessato i tratti stradali di Via Galilei, Largo Avis, Via Calatafimi, Via San Valeriano, Via San Nicolao e di Via Ghinaglia.

Tra i risultati finali dell’intervento, il consistente abbattimento del rumore dato dal passaggio dei veicoli, fino a 5dB, che equivale circa al dimezzamento del rumore percepito dall’uomo. Inoltre, questi asfalti hanno una durata fino a 3 volte superiore ai convenzionali, grazie alla maggiore resistenza all’usura e alla formazione di crepe e buche; aspetto che consente un aumento della sicurezza e anche un contenimento dei costi di manutenzione nel medio-lungo periodo.

“Come Comune ci siamo impegnati molto per lo sviluppo del progetto con il fine di tutelare la salute dei nostri cittadini e garantire al contempo una gestione del patrimonio stradale efficiente e ambientalmente sostenibile nel lungo periodo - dichiara il sindaco di Robbio, Roberto Francese - Anche diverse altre amministrazioni del territorio hanno espresso il proprio fattivo interesse e apprezzamento per i risultati ottenuti, richiedendo informazioni e possibilità di supporto progettuale per eventuali futuri interventi di riqualificazione della viabilità di loro competenza”.

Gli interventi effettuati a Robbio, aggiunge il direttore generale di Ecopneus, Giovanni Corbetta, "rappresentano una concreta testimonianza dell’importanza del corretto recupero e riciclo dei Pfu. Ecopneus è fortemente impegnata nella diffusione di questa valida tecnologia, che è già possibile trovare su oltre 520 km di strade in tutta Italia. La gomma riciclata da Pfu impiegata nel settore degli asfalti può concretamente fare la differenza in termini di prestazioni, costi e sostenibilità ambientale. Un investimento per il futuro e la qualità della vita e sicurezza degli automobilisti e di tutti i cittadini”.

I lavori di rifacimento stradale effettuati a Robbio hanno riguardato complessivamente una superficie totale di 6.654 mq impiegando asfalti fonoassorbenti modificati con l’aggiunta di circa 7 tonnellate di polverino di gomma riciclata dai Pfu; un quantitativo equivalente al peso di circa 1.000 pneumatici fuori uso. La distribuzione, produzione e la posa in opera sono stati invece curati rispettivamente dalla Bitem Srl di Modena, Asphalt Rubber Italia e dall’ Impresa Lesca Giovanni & C. di Vercelli.

Ogni anno Ecopneus gestisce raccolta, trattamento e recupero di circa 200.000 tonnellate di Pfu destinate al riciclo in tantissime applicazioni nello sport, nelle infrastrutture, nell’arredo o al recupero energetico. Da oggi, grazie alle politiche di sostenibilità intraprese dal Comune pavese, anche tutti i cittadini di Robbio potranno testare in prima persona i vantaggi degli asfalti realizzati con un bitume modificato con gomma da Pfu.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza