cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:40
Temi caldi

Onorificenze

Dal tessile alla robotica, i nuovi Cavalieri del Lavoro fra tradizione e innovazione

14 novembre 2016 | 17.25
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Foto Quirinale)

Dal viticoltore di pregio della Valpolicella all'imprenditore nel design di alta qualità e del tessile, ma anche robotica ed elettronica. C'è tradizione e innovazione nelle attività dei 25 nuovi Cavalieri del Lavoro insigniti oggi dell'onorificenza dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Fra loro tre donne: Daniela Villa, consigliere delegato di 'L'Erbolario', leader della cosmesi vegetale (165 dipendenti); Francesca Cozzani, amministratore unica dell'azienda ligure di manufatti in metallo (111 addetti) e Maria Bianca Farina, ad di Poste Vita e Poste Assicura.

Gremito di ospiti il salone del Quirinale in cui si è svolta la cerimonia che porta a 599 il numero complessivo dei Cavalieri. Presenti, tra gli altri, i vice presidenti del Senato e della Camera, Maurizio Gasparri e Simone Baldelli; il presidente della Corte Costituzionale, Paolo Grossi, insieme ai nuovi Cavalieri, molti dei quali accompagnati dalle proprie famiglie per ricevere l'onorificenza che riconosce l'impegno dei nuovi job player per la crescita, lo sviluppo e l'innovazione del Paese.

Tra gli ospiti nomi che hanno fatto la storia del Made in Italy come Rosita Missoni, compagna di tutta la vita di Ottavio, genio dell'innovazione tessile, le cui fantasie a colori hanno raggiunto ogni angolo del mondo. Già Cavaliere del Lavoro come il marito scomparso nel 2013, orecchini optical in bianco e nero, cardigan della maison di famiglia, la signora Missoni si dice "commossa nel vedere tanti giovani talenti". Un consiglio alle nuove generazioni? "Andare controcorrente, come abbiamo fatto noi; ma anche crederci e cercare strade nuove", sottolinea, spiegando che la crisi non rappresenta un ostacolo se c'è il talento. "A me e mio marito non ha insegnato niente nessuno" ricorda.

Un consiglio che verrà accolto sicuramente dai 25 Alfieri del lavoro 2016, ossia i 25 migliori studenti delle scuole superiori d'Italia insigniti del Premio istituito dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro nel 1961. Fra loro la giovane Benedetta Spadaro, del Collegio San Carlo, con una media di voti di 9,88. Milanese, elegante tubino rosa cipria tra tante colleghe di nero vestite, studia Scienze naturali a Cambridge ma confessa: "Spero di tornare in Italia e portare avanti qui le mie ricerche, perché il cuore è qui".

I giovani Alfieri scattano foto ricordo con Gasparri e ascoltano i consigli di Baldelli. Classe 1972, in politica dagli anni Novanta, Baldelli incoraggia le 25 promesse italiane: "L'esempio siete voi. Ricordatelo sempre". E negli sfarzosi saloni in stile Luigi XV i partecipanti salutano il presidente della Repubblica Mattarella e il ministro Calenda, il cui piano Industria 4.0 per rilanciare gli investimenti sembra piacere molto ai neo Cavalieri.

"Abbiamo già in mente dei progetti da fare con il provvedimento. Bene i superammortamenti e il fatto che non si danno aiuti a pioggia evitando di creare le solite cattedrali nel deserto", dice il Cavaliere del Lavoro casertano Massimo Moschini, presidente e ad dell'azienda di famiglia Laminazione Sottile, attiva nella lavorazione e produzione di laminati (700 dipendenti). Stessa linea per il piemontese Claudio Marenzi, leader di Herno (155 addetti) industria tessile passata grazie all'innovazione da brand di nicchia a industria globale. "Industria 4.0 aiuta a rendere la filiera più solida".

Interpellato sull'azione del governo, dice la sua anche Antonio D'Amato, presidente della Federazione nazionale dei Cavalieri al Lavoro. "Il piano Industria 4.0 del ministro Calenda è ottimo, ma va inserito in un progetto ampio di rafforzamento della riforma del mercato del lavoro e della giustizia, tra le altre". E al governo consiglia: "Sa cosa fare, lo faccia. Ogni minuto perso è un minuto di troppo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza