cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Calcio: D'Alessio, manca network stadi moderni, lavoriamo per superare impasse

04 ottobre 2016 | 17.50
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Paolo D'Alessio, commissario Straordinario del l'Istituto del Credito Sportivo

"Gli stadi in Italia? E' un problema che stiamo affrontando sicuramente. Stiamo indietro con gli stadi rispetto a tutti i Paesi Europei più evoluti calcisticamente e stiamo lavorando affinché anche la situazione degli stadi si sblocchi, perché il nostro è un potenziale inespresso molto importante per lo sport più popolare in Italia che ha il fatturato più alto. Nell'economia dello sport nazionale ci manca un network di stadi moderni, ma stiamo lavorando per trovare una soluzione che sblocchi questa di impasse che c'è oggi". Paolo D’Alessio, Commissario Straordinario Istituto per il Credito Sportivo (Ics) spiega all'Adnkronos la situazione degli stadi in Italia, con molti progetti che devono essere portati a termine.

I club interessati a costruire o riammodernare uno stadio sono molti. "C'è la Roma con la quale stiamo lavorando per la realizzazione di questo stadio. Ora stiamo seguendo l'iter amministrativo. Poi c'è il Frosinone, che probabilmente sarà il prossimo stadio che addirittura dovrebbe essere pronto per fine anno o per l'inizio del 2017. Poi c'è il progetto dell'Empoli, c'è Cagliari, Pescara, Crotone. Di progetti ce ne sono tanti, ma ora dobbiamo passare dai progetti alla realizzazione", ha aggiunto D'Alessio che attende le decisioni sull'Istituto. "Sono il commissario straordinario e sosterrò l'Istituto fin quando avrò questo incarico. Le tempistiche dipendono da fattori esogeni. Aspettiamo che venga nominato il Consiglio di amministrazione e nel frattempo non perdiamo tempo e lavoriamo".

D'Alessio alla presentazione del torneo Challenge Tour al Terre dei Consoli ha parlato anche di golf: "Eravamo divisi in aree geografiche, Nord-Centro-Sud, ma per la prima volta abbiamo individuato una unità dedicata ad una disciplina sportiva che è quella del golf, perché è la disciplina che in questo momento ha una potenzialità di sviluppo più importante rispetto a tutte le altre. Oltre al terra dei Consoli? Abbiamo campi nuovi, ne stiamo seguendo due in Sicilia, ma in tutta Italia ci sono molte ristrutturazioni, lavori per l'efficienza energetica, o nuovi manti erbosi a basso assorbimento di acqua e attrezzature. Stiamo operando un po' in tutto il paese, in Toscana, in Liguria, in Sicilia, in Sardegna, nel Lazio", ha concluso il Commissario Straordinario dell'Istituto per il Credito Sportivo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza