cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 17:42
Temi caldi

Turismo: dall'Armenia al Laos, le mete emergenti degli italiani

15 giugno 2017 | 15.31
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Uno scorcio del monastero di Sevanavank in Armenia e del panorama che offre

L'Armenia e il Laos sono fra le ultime novità, l'Albania si rafforza e i Paesi Baltici anche, Amburgo è fra le mete metropolitane più ambite oggi dai giovani, con lo stesso spirito che ha portato i loro genitori ad Amsterdam. A scattare questa fotografia delle mete turistiche straniere emergenti per i viaggiatori italiani è Mauro Morellini, autore, giornalista ed editore con una lunga esperienza nel settore turistico, titolare della Morellini Editore dopo essere stato l’editore italiano di Rough Guides.

"L'andamento di vendita delle varie guide (sono circa 70 i titoli della casa editrice e le relative destinazioni, fra singole città e nazioni, in Europa, Asia ed Estremo Oriente, ndr) permette di stimare quali mete siano in crescita e quali in calo - spiega Morellini all'Adnkronos - Fra le nostre tre collane principali c'è quella delle Guide Low Cost, dove il riferimento 'economico' è anzitutto al costo del vettore di viaggio ma riguarda anche il costo della vita in generale. Sono mete sempre più frequentate, spesso per vacanze brevi, di pochi giorni".

"Rientrano in questa tipologia e sono in costante ascesa le tre capitali baltiche, Vilnius, Riga e Tallin, la Polonia e in particolare Cracovia e Varsavia, la Romania. Poi c'è il caso specifico di Amburgo che ha un'offerta mirata sui giovani, con molta vita notturna, musica e tolleranza, diciamo che è un po' la versione aggiornata di Amsterdam. Fra gli altri elementi di appeal di Amburgo vi è l'essere stata il laboratorio musicale dei Beatles ai loro inizi, epoca della quale restano alcuni memorabilia", ricorda Morellini.

Meno low cost ma ben accessibile dall'Italia c'è poi "una città francese in costante crescita, Lione, cui si accompagna quanto a incremento di presenze turistiche un'altra località d'oltralpe, Marsiglia", due nuove tendenze nell'ambito di un vecchio amore, quello degli italiani per la Francia nel suo complesso che negli anni è cresciuto ben oltre Parigi. L'affermarsi di mete alternative alle capitali vale anche per altre nazioni, in Spagna, ad esempio, "Bilbao è in decisa crescita, con uno sviluppo del suo peso turistico iniziato quando vi aprì il Museo Guggenheim", afferma Morellini.

Sulle scelte turistiche possono pesare anche i timori di azioni terroristiche, crisi politiche e militari, come è evidente nel caso di mete quali le Canarie, in particolare Tenerife e Lanzarote, o di Malta, destinazioni per chi cerca caldo e mare fuori stagione che sono sempre più preferite, ad esempio, alle località del Nord Africa e del Mar Rosso. Sul fronte 'mare' "cresce in maniera costante negli ultimi anni anche la Slovenia".

Senza allontanarsi tanto dall'Italia, "è sempre più gettonata l'Albania, con un trend costante ormai da qualche anno, grazie a un fascino in parte dovuto alla sensazione di trovarsi in una simil-Italia di alcuni decenni fa", spiega Morellini che fra le ultimissime tendenze annovera "un interesse recentissimo per Armenia e Nagorno Karabakh, a cavallo tra Europa e Asia", oggetto non a caso dell'ultimo titolo uscito per la sua casa editrice, e "in climi ancora più esotici per il Laos, che beneficia dell'essere stato, fino ad oggi, meno 'frequentato' di Thailandia, Cambogia e Vietnam".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza