cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 10:31
Temi caldi

Dallas, uccise 15enne afroamericano: poliziotto si costituisce

06 maggio 2017 | 08.39
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Si è consegnato spontaneamente alle autorità Roy Oliver, il poliziotto di Balch Springs, nei pressi di Dallas, accusato di omicidio per aver ucciso un 15enne afroamericano sparando contro la sua auto mentre si stava allontanando. Contro l'agente, che nei giorni scorsi era stato licenziato, era stato emesso un mandato di arresto dallo sceriffo della contea di Dallas. Esistono prove che suggeriscono che Oliver "intendeva causare gravi lesioni corporali e commettere un atto chiaramente pericoloso per la vita dell'uomo che ha causato la morte di un individuo", si legge in una dichiarazione.

La sparatoria è avvenuta intorno alle 23 di sabato 29 aprile, dopo che la polizia aveva ricevuto una segnalazione per un presunto consumo di alcolici da parte di minorenni durante una festa in casa. All'arrivo degli agenti, gli adolescenti decidono di andare via. Salgono sulla loro auto e si allontanano, ma il poliziotto spara tre colpi contro il veicolo. Uno di questi raggiunge alla testa il 15enne Jordan Edward, uccidendolo.

Inizialmente i poliziotti avevano dichiarato che l'auto, dove Edwards si trovava sul sedile del passeggero, aveva fatto retromarcia ad alta velocità e si era diretta contro la pattuglia, ma successivamente hanno ritirato questa versione, smentiti dalle telecamere degli stessi agenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza