cerca CERCA
Lunedì 06 Febbraio 2023
Aggiornato: 23:25
Temi caldi

Danza, Bolle: "Serve diploma per insegnanti, maestri non preparati possono rovinare talenti"

18 ottobre 2022 | 19.23
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

“In Italia non esiste alcuna certificazione che attesti la qualità degli insegnanti di danza. L’insegnamento deve essere assolutamente ‘normato’ nel nostro Paese. La danza è molto, molto diffusa, ci sono tantissime scuole di danza. Ma non sempre la formazione è adeguatamente gestita. Un maestro non preparato può rovinare talenti”. È il grido di allarme lanciato da Roberto Bolle, star tra le star al Teatro dell’Opera di Roma accanto ad altre due grandissime etoile, Alessandra Ferri e Eleonora Abbagnato, direttrice del corpo di ballo e della scuola del Costanzi, tra i protagonisti dell’incontro ‘Talenti artistici: come scoprirli e valorizzarli. Un’esperienza di successo’ condotto dal presidente Impresa Cultura Italia nell’ambito del Forum organizzato da Confcommercio.

“I nostri talenti devono essere sostenuti. In molti lasciano il nostro Paese per studiare e lavorare all’estero. Quello che del resto ho fatto anch’io all’Opera di Parigi - ha ricordato Eleonora Abbagnato- Ero una bambina determinata. Lo confessai a Roland Petit. ‘Tra due anni sarò a Palais Garnier’, gli dissi. E così fu. All’epoca avevo solo 12 anni”. Nel corso dell’incontro Roberto Bolle è ritornato a parlare della formazione degli insegnanti. “In Italia non è obbligatorio il diploma di Stato e questo è un grande problema -ha ribadito ancora- La danza è rigore, rispetto, non solo formazione. C’era un silenzio surreale in piazza Duomo quando ho riunito mille e 600 allievi provenienti da tantissime scuole italiane per una classe pubblica. Rispetto per l’autorità e per i propri insegnamenti. Non accade spesso nelle scuole italiane. Spesso quello che succede in alcuni istituti ci lascia senza fiato”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza