cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 10:10
Temi caldi

De Bortoli lascia il Corriere della Sera: "Ma non ho dato io le dimissioni"

31 luglio 2014 | 13.59
LETTURA: 2 minuti

L'addio nella primavera 2015. Il direttore: "Ho sperato che ci fosse la possibilità di un nuovo inizio ma, verificato che non c'erano assolutamente le condizioni, alla fine ho accettato la proposta di uscita che mi è stata fatta dall'azienda". Buonuscita di 2,5 milioni

alternate text
Ferruccio de Bortoli (Adnkronos)

Ferruccio de Bortoli lascerà la direzione del Corriere della Sera nella primavera del 2015. A darne notizia Rcs Mediagroup, editore del quotidiano di via Solferino.

"Ho sperato che ci fosse la possibilità di un nuovo inizio ma, verificato che non c'erano assolutamente le condizioni, alla fine ho accettato la proposta di uscita che mi è stata fatta dall'azienda. Lascerò la direzione del Corriere della Sera il 30 aprile 2015. Comunque non ho dato io le dimissioni", ha precisato de Bortoli a 'Prima Comunicazione'.

"Il consiglio di amministrazione di Rcs MediaGroup - informa la società editrice - ha approvato l'accordo con Ferruccio de Bortoli per la conclusione della sua lunga esperienza alla conduzione del Corriere della Sera, con pieno apprezzamento per il lavoro svolto in dodici anni complessivi di direzione e con sentita gratitudine per il suo apporto alla società e al gruppo, nel quale entrò alla fine del 1973". "L'azienda - continua Rcs - ha chiesto al direttore di rimanere alla guida del Corriere fino alla prossima assemblea ordinaria della società che approverà il bilancio 2014 (primavera del 2015), al fine di assicurare il completamento di importanti progetti editoriali. L'azienda ha inoltre invitato il dottor de Bortoli a partecipare al processo di individuazione del nuovo direttore, in supporto al comitato nomine della società, e il dottor de Bortoli ha accolto la proposta dell'azienda".

Il presidente di Rcs MediaGroup Angelo Provasoli ha ringraziato de Bortoli "per l'autorevolezza e l'indipendenza con cui ha guidato il Corriere della Sera in questi anni, in due momenti diversi, contribuendo fortemente al prestigio, alla rilevanza e alla leadership della testata".

La risoluzione del rapporto contrattuale, rende noto la società, "comporterà per Rcs MediaGroup nell'esercizio 2014 oneri non ricorrenti per circa 2,5 milioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza