cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:25
Temi caldi

De Falco contro: "Senza senso no al Global compact"

01 dicembre 2018 | 21.50
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma /Ipa)

"La decisione del Governo italiano di non partecipare al Global Compact e rimandare mi lascia perplesso, poiché è in contraddizione con quanto affermato e fatto in questi mesi. Si è detto, giustamente, che la questione delle migrazioni non poteva essere affrontata da un solo Stato e che, invece, si tratta di un problema globale, che mette in gioco la stessa ragion d’essere dell’Unione europea. Ora, però, il nostro Governo decide di non aderire ad un accordo che, sotto egida dell’Onu, afferma proprio questo: nessun Paese deve da solo fronteggiare il fenomeno migratorio che, appunto, è globale". Gregorio De Falco ancora polemico con l'operato del governo in un post su Facebook.

"Gli Stati di tutto il mondo - sottolinea il senatore M5S - hanno riconosciuto che di fronte a 68,5 milioni di persone costrette a scappare da fame e guerra – tra rifugiati, sfollati interni e richiedenti asilo - fosse necessario un coordinamento globale e una governance comune. Ed allora è lecito e doveroso chiedersi come mai il Governo scelga ora di rimandare".

"Abbiamo giustamente chiesto, anche ad alta voce, un confronto politico corale che coinvolgesse la solidarietà concreta della Unione europea ed adesso che l’Onu propone una direttiva volta alla compattazione globale per fronteggiare l’emergenza migranti e fornire quel tipo di risposte di condivisione che noi chiediamo, questa decisione appare come un atto contraddittorio e privo di senso", conclude De Falco.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza