cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 05:20
Temi caldi

Calcio

De Laurentiis: "Higuain ha dimostrato poca cultura"

26 aprile 2017 | 12.42
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis

"Higuain mi indica col dito per assolversi davanti ai tifosi? Loro non sono stupidi, capiscono perfettamente. E comunque, se tu sei una persona di buon gusto e che conosce la storia, non puoi tradire la squadra dove hai giocato e dove ti sei affermato a livello mondiale, per andare all'acerrima nemica di sempre, che è la Juve. Credo che sia una caduta di gusto, dove non c'entra più né il presidente né il fratello del giocatore, ma c'entra soltanto la sua cultura, che ha dimostrato di essere piccola". Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è tornato a parlare dell'addio di Higuain in un'intervista a beIN Sports.

Il numero uno del club partenopeo ha parlato anche di Dries Mertens e del rinnovo del contratto che ancora non arriva. "Credo che Mertens abbia il desiderio di rimanere qui, bisogna capire cosa pensa sua moglie. Se si risolveranno i problemi con lei, non c'è dubbio alcuno: resterà con noi e lo accoglieremo a braccia aperte". Sicuro invece che il tecnico Maurizio Sarri resterà a Napoli. "Sarri ha un contratto che lo lega a noi per molti anni, e ha una clausola penale che può scattare tra un'altra stagione di 8 milioni di euro, che non mi sembrano pochi per andare ad allenare altrove", ha aggiunto de Laurentiis che su Koulibaly ha aggiunto: "Il Chelsea offrí oltre 55 milioni, ma dissi a Conte che non si poteva dar via uno come Koulibaly, a meno che mister Sarri mi dicesse 'Aurelio, vado bene con Tizio e Caio puoi dare via chi vuoi'".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza