cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 04:56
Temi caldi

Siria: de Mistura, nuove opportunità per risolvere crisi

11 novembre 2014 | 09.36
LETTURA: 3 minuti

Per l'inviato italo-svedese delle Nazioni Unite per la pace, che ha incontrato il presidente siriano Bashar al-Assad a Damasco e una delegazione di ribelli a Homs, è possibile il successo delle tregue su base locale in quanto la minaccia comune è ora quella rappresentata dallo Stato Islamico

alternate text
Staffan de Mistura (Foto Infophoto)

E' fiducioso l'inviato delle Nazioni Unite per la pace in Siria, Staffan de Mistura, che dopo aver incontrato il presidente siriano Bashar al-Assad a Damasco e una delegazione di ribelli a Homs parla di nuove opportunità per risolvere la crisi in corso dal marzo del 2011 e costata la vita a oltre 200mila persone.

In un'intervista alla Bbc a Homs, il diplomatico italo-svedese parla infatti del possibile successo delle tregue su base locale in quanto la minaccia comune è ora quella rappresentata dallo Stato Islamico (Is). Ed è proprio l'avanzata del gruppo jihadista in Siria, oltre che in Iraq, a rappresentare ''un nuovo fattore che può tradursi in una possibilità di guardare in modo differente a questo conflitto''.

C'è inoltre una crescente consapevolezza, ha detto de Mistura, che il conflitto non possa essere risolto con la forza. ''Avere un piano di pace potrebbe essere ambizioso e deludente - ha detto l'inviato Onu - Ma il mio è un piano d'azione e un piano d'azione parte dal terreno, ferma i combattimenti e riduce la violenza''. De Mistura ha proposto la creazione di zone libere da combattimenti in base a tregue raggiunte localmente che possano permettere la distribuzione di aiuti umanitari.

Ieri, al termine dell'incontro con de Mistura a Damasco, la presidenza siriana ha fatto sapere che Bashar al-Assad era disposto a considerare il piano di tregua proposto dall'Onu per Aleppo, divisa da zone controllate dal governo e dai ribelli. In base a quanto riportato dall'agenzia di stampa Sana, il presidente siriano, ''esaminata l'iniziativa di de Mistura'', ha detto che ''vale la pena studiarla e lavorare per raggiungere gli obiettivi che si pone nell'ordine di riportare la sicurezza ad Aleppo''.

Teatro di violenti combattimenti dal luglio del 2012, Aleppo è testimone di raid pressoché quotidiani dell'aviazione siriana, costati la vita a molti civili. I precedenti inviati delle Nazioni Unite non erano riusciti a raggiungere un pieno cessate il fuoco tra i ribelli e il governo in quella che era la seconda città siriana per importanza dopo la capitale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza