cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 04:32
Temi caldi

Della Valle al vetriolo: "Marchionne? Un furbetto cosmopolita, cominci a pagare le tasse in Italia"

08 settembre 2014 | 18.27
LETTURA: 3 minuti

Mr Tod's interviene dopo le parole pronunciate dall'Ad di Fiat che a Cernobbio ha detto: "Bisogna avere l'orgoglio di sentirsi italiani". Fonti finanziarie all'Adnkronos: "Montezemolo più vicino alla presidenza di Alitalia in caso di uscita da Maranello"

alternate text

"Marchionne che vuole dare lezioni a noi italiani su cosa e come dobbiamo fare per sottolineare il suo 'orgoglio italiano' è una cosa vergognosa ed offensiva". Lo afferma in una nota Diego Della Valle.

"Sono dieci anni che Marchionne fa annunci e promesse a vuoto agli italiani e ai suoi dipendenti, facendo invece sempre e solo i fatti suoi e dei suoi compari", è il duro attacco all'Ad di Fiat, dopo le parole di ieri al forum di Cernobbio. "Di persone come Marchionne, gli italiani che vivono una crisi tremenda, ne fanno volentieri a meno. Speriamo che lo capisca anche lui e non salga più in cattedra per dare insegnamenti non richiesti", prosegue il patron della Tod's.

L'Italia, insiste, "è piena di imprenditori seri, grandi e piccoli, che amano i loro prodotti e che sono veramente orgogliosi di essere italiani e lo dimostrano tutti i giorni con i fatti. Occupiamoci di loro che se lo meritano veramente".

Della Valle non usa mezzi termini. Rivolgendo una sfida a Marchionne: "Se si sente orgoglioso di essere italiano, cominci a pagare le sue tasse personali in Italia dove le pagano i lavoratori Fiat. Noi italiani non dobbiamo permettere a questi "furbetti cosmopoliti" di prenderci in giro in questo modo, sicuri di farla sempre franca".

Marchionne - L'Ad di Fiat, Sergio Marchionne, è stato intanto oggi a Maranello. Immediata l'associazione con le parole di ieri sul futuro di Luca Cordero di Montezemolo alla presidenza della Ferrari, l'avvicendamento "non è in agenda" ma "nessuno è indispensabile". Ma il manager italo-canadese, stando a quanto si riferisce dal Lingotto, è stato impegnato con il cda di Philip Morris senza incontrare Montezemolo, anche lui presente a Maranello. Il presidente di Ferrari si è invece intrattenuto in una lunga conversazione con Fernando Alonso dopo la disfatta nel Gp d'Italia a Monza.

Quanto al futuro del presidente di Ferrari, fonti finanziarie raccolte dall'Adnkronos ritengono "più probabile l'approdo di Montezemolo alla presidenza di Alitalia in caso di uscita da Maranello". Cadrebbero infatti perplessità e vincoli legati all'ipotesi di un doppio incarico. Montezemolo, uomo di prestigio internazionale, riconosciuto anche dal mondo arabo, era già stato accreditato più volte nei mesi scorsi per la poltrona che è stata finora di Roberto Colaninno. Secondo diverse indiscrezioni, mai smentite, lo stesso Montezemolo, forte dei suoi consolidati rapporti negli Emirati Arabi, sarebbe intervenuto direttamente nei passaggi più delicati della trattativa con Etihad per sbloccare alcune situazioni di impasse e facilitare la comprensione tra le parti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza