cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:30
Temi caldi

Dibba: "Vogliono censurare Grillo"

28 gennaio 2019 | 14.31
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Beppe Grillo e Alessandro Di Battista (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

di Ileana Sciarra

"Non vedo l'ora di vedere finalmente Grillo in Rai. Dopo che la censura l'ha fatto cacciare, oggi dei nuovi censori tentano disperatamente di rimettere il bavaglio allo stesso Grillo di allora, visto che il materiale d'archivio che andrà in onda questa sera non riguarda minimamente il Beppe Grillo legato al M5S. Si tratta di sketch di quel Grillo cacciato dalla Rai nonostante ascolti stellari". Lo dice all'Adnkronos Alessandro Di Battista, commentando la polemica sul compenso di oltre 30mila euro che la Rai dovrebbe corrispondere per i diritti d’autore del programma 'Grillo c'è' che andrà in onda questa sera.

"Soltanto dei censori non si rendono conto dell'opportunità per la Rai per prodotti del genere - prosegue 'Dibba', tra i volti più noti del M5S - che utilizzano solo materiali d'archivio. Se fossi Grillo li ringrazierei per la pubblicità". "Come attivista del M5S - aggiunge Di Battista - chiedo ai parlamentari 5 Stelle in commissione Vigilanza Rai di chiedere all'ad di viale Mazzini, Fabrizio Salini, i compensi di tutti i giornalisti che lavorano per il gruppo Espresso e che conducono o sono ospiti in programmi Rai".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza