cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 16:14
Temi caldi

Disabili: Biondelli, con inserimento mirato risposta a famiglie

31 luglio 2014 | 14.25
LETTURA: 3 minuti

In un'intervista a Labitalia il sottosegretario al Lavoro indica gli obiettivi dell'Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilità (video).

alternate text
Franca Biondelli

"Il lavoro è uno dei punti fondamentali dell'Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilità". Lo dice, in un'intervista a Labitalia, il sottosegretario al ministero del Lavoro, Franca Biondelli. "L'obiettivo -fa notare- è quello di inserire il disabile in un contesto professionale mirato. Pensiamo, inoltre, a promuovere l'occupazione con il finanziamento del Fondo nazionale per le assunzioni di persone con disabilità".

"Cerchiamo così -spiega- di dare risposte a quelle famiglie che hanno in casa una persona fragile. La revisione dovrà però avvenire -avverte il sottosegretario Biondelli- nella massima condivisione di tutti: enti, associazioni e di governo".

Si punta, sottolinea, "a focalizzarsi su un punto o due e dare risposte immediate a queste persone che, in un momento di crisi, sono sicuramente quelle che soffrono di più".

"C'è molta attenzione, al tema della disabilità, da parte del ministro Poletti -ricorda Biondelli- che segue anche le deleghe di noi sottosegretari, così come da parte del presidente del Consiglio Renzi. Spero quindi che -ammette il sottosegretario al Lavoro- con le risorse ridotte che ci sono si riesca ad ottenere anche piccoli risultati, ma risultati comunque".

"Nel primo mandato, l'Osservatorio -continua- ha concluso il processo relativo alla predisposizione di un programma di azione biennale per la promozione dei diritti e l’integrazione delle persone con disabilità. Questo programma ha sette linee di intervento, la revisione del sistema di accesso, riconoscimento-certificazione della condizione di disabilità e modello di intervento del sistema socio sanitario, lavoro e occupazione, politiche servizi e modelli organizzativi per la vita indipendente e l’inclusione nella società".

E, ancora, prosegue, "promozione e attuazione dei principi di accessibilità e mobilità; processi formativi ed inclusione scolastica, salute, diritto alla vita, abilitazione e riabilitazione e cooperazione internazionale".

"E’ questo un primo fondamentale contributo -rimarca- alla definizione di una complessiva azione strategica da parte dell’Italia sul tema della disabilità, in accordo con il nuovo quadro convenzionale Onu e pienamente coerente con la strategia europea sulla disabilità".

"Per il triennio 2014-2016, secondo mandato dell’Osservatorio sulla condizione delle persone con disabilità, si è condivisa -racconta- la necessità di puntare su alcuni punti per realizzare azioni concrete e immediate come per esempio il tema della vita indipendente, la revisione del sistema di accesso e riconoscimento della condizione di disabilità, che ha previsto l’approvazione delle nuove tabelle per la valutazione dell’invalidità civile".

"Si procederà quindi -precisa il sottosegretario Franca Biondelli- alla revisione delle tabelle Inps, della legge 104 per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone disabili".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza