cerca CERCA
Domenica 02 Ottobre 2022
Aggiornato: 17:04
Temi caldi

Dl Lavoro: Bonanni, solo pasticci quando politica si intromette

22 aprile 2014 | 15.45
LETTURA: 2 minuti

''Ogni volta che la politica si intromette sui temi del lavoro, ci sono sempre dei pasticci. E' un film già visto. Non avendo responsabilità diretta sulle questioni del lavoro, non prevale mai il merito, ma solo l'ideologia''. Lo ha detto intervistato da Tg- Com 24 il Segretario Generale della Cisl, Raffaele Bonanni.

''Continuo a non capire perché il Governo non abbia affidato alle parti sociali le modifiche sui contratti. Noi avremmo trovato un punto di equilibrio giusto anche sul contratto a termine che è già, tra le forme flessibili, la più garantista per i lavoratori sul piano dei diritti e delle tutele. Aprire un putiferio per una serie di modifiche ai contratti a termine, al punto da farne una questione tale da far traballare la maggioranza, è solo la dimostrazione concreta che la politica dovrebbe restare lontana dalle norme sul lavoro", prosegue

"Dicono che vogliono affrontare il tema della precarietà ma non si occupano dei veri precari che sono le false partite iva, i co.co.pro, i collaboratori della pubblica amministrazione, gli associati in partecipazione sui quali la Cisl sta portando avanti una campagna di mobilitazione. Invece sono due mesi che la politica sta discutendo solo dei contratti a termine, sapendo bene che queste modifiche non porteranno un posto di lavoro in più, se prima non si affrontano i veri nodi irrisolti dell'economia, favorendo gli investimenti e sbloccando i fattori dello sviluppo, come i costi dell'energia, le tasse troppo alte, le infrastrutture, i servizi, la giustizia civile, la riforma degli assetti istituzionali centrali e locali", conclude Bonanni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza