cerca CERCA
Mercoledì 04 Agosto 2021
Aggiornato: 11:58
Temi caldi

Rolling Stones al Circo Massimo, si passa solo col biglietto. Alemanno: Roma quanto ci guadagna?

19 giugno 2014 | 17.26
LETTURA: 4 minuti

Centro blindato e città mobilitata per il concerto di domenica di Mick Jagger & C. (FOTO)Interrogazione urgente dell’ex sindaco per sapere “per quanti spicci” Marino affitta un pezzo di città e quanto spenderà il Comune per gestire l’organizzazione intorno all’evento

alternate text

Una zona rossa, servizi per la sicurezza, controlli contro bagarini e biglietti falsi. E ancora: fermate metro chiuse, uomini della protezione civile al lavoro e un piano per la salvaguardia del patrimonio archeologico. Roma si mobilita per il concerto dei Rolling Stones domenica al Circo Massimo. Ma la decisione di concedere per la prima volta l’area archeologica sotto il Palatino per un evento a pagamento crea interrogativi e polemiche.

Alemanno: “Violato il patto con la città” - “Per quanti ‘spicci’ il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha affittato il Circo Massimo per il concerto dei Rolling Stones i cui biglietti costano molto cari”? Chiede l’ex sindaco Gianni Alemanno, annunciando un’interrogazione urgente sull’argomento. Il live che la band di Mick Jagger & C. terrà domenica “è il primo evento non gratuito ospitato in un’area così importante del centro storico di Roma. Se lo godranno in pochi dopo aver pagato profumatamente il biglietto - sottolinea Alemanno all’Adnkronos - ma creerà disagi a milioni di cittadini romani e ai turisti. Questo concerto, con il Circo Massimo recintato e off-limits per chi non ha acquistato un biglietto che costa fino a 150 euro -aggiunge Alemanno- viola quel patto con la città che in qualche modo si aveva con i grandi concerti gratuiti, dove il disagio della cittadinanza e l’impiego di aree di enorme valore storico-culturale veniva in qualche modo compensato con la gratuità dell’evento. Invece Marino blinda mezzo centro di Roma per quasi tre giorni, nel primo weekend estivo per ospitare un concerto del tutto commerciale. Vorrei sapere la cifra che la città di Roma ha preteso per questo disagio e - incalza l’ex sindaco - per l’affitto e la recinzione di una delle aree più importanti del suo centro storico. Temo che sia una cifra ridicola. Mentre credo che un privilegio simile, se proprio lo si voleva concedere ai Rolling Stones e ai loro promoter, lo si dovesse vendere a caro prezzo e destinare poi l’introito al finanziamento per esempio dell’Estate Romana che è invece aperta a tutti e che Marino sta uccidendo. Credo che il sindaco dovrebbe delle spiegazioni alla città su questa iniziativa che a mio avviso è del tutto sbagliata”, conclude Alemanno.

Campidoglio: “Spese a carico degli organizzatori” - “L’intero costo delle spese sostenute per gli straordinari della polizia locale di Roma Capitale, l’occupazione di suolo pubblico, i servizi sanitari, la pulizia dell’area, i servizi igienici e il prolungamento dell’orario di attività della metro B verrà sostenuto dagli organizzatori del concerto”. Lo comunica, in una nota, il Campidoglio.

L’organizzazione - L’inizio del concerto è previsto per le ore 21, mentre dalle ore 14 sarà consentito l’ingresso del pubblico all’interno. I varchi d’accesso saranno quattro, situati ai lati della piazza: via dei Cerchi - via di S. Teodoro; via dei Cerchi - piazza di Porta Capena; viale Aventino - viale del Circo Massimo; via della Greca - lato Bocca della Verità. È stata prevista inoltre un’area di prefiltraggio, per una presenza di spettatori che dovrebbe aggirarsi sulle 65-70mila persone. I servizi della polizia inizieranno alle ore 19 di sabato, con controlli che andranno avanti per tutta la notte e proseguiranno nella giornata di domenica. Le pattuglie di polizia, carabinieri e guardia di finanza, oltre che nell’assicurare lo svolgimento dell’evento nelle condizioni di massima sicurezza, saranno impegnate anche nel prevenire il fenomeno del bagarinaggio e nell’individuazione di eventuali biglietti falsificati. I controlli all’interno, oltre che dalle forze dell’ordine, saranno attuati da circa 1000 steward nonché dal personale della protezione civile. È stato previsto anche un piano per la salvaguardia del patrimonio archeologico, con la presenza di personale della Sovrintendenza nell’area del Palatino. Dalle ore 7 della mattina di domenica saranno chiuse al traffico alcune strade adiacenti, per facilitare le operazioni di filtraggio e di controlli dell’intera area. Previste variazioni anche per la metropolitana. Dalle ore 16 sarà chiusa infatti la fermata Circo Massimo, mentre i convogli della metro B proseguiranno le corse fino alle ore 1.30, per permettere un migliore deflusso del pubblico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza