cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Donald Trump contestato a Miami, espulsa troupe tv ispanica

24 ottobre 2015 | 11.48
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Infophoto) - (INFOPHOTO)

Donald Trump è stato contestato in Florida, Stato a forte presenza ispanica, per le sue posizioni anti-immigrati. Militanti di gruppi per la difesa dei diritti dei migranti hanno infatti interrotto più volte il discorso che il candidato repubblicano alla Casa Bianca ha pronunciato al Trump National Doral, un resort di Miami di proprietà dell'immobiliarista.

All'inizio Trump si è mostrato tranquillo di fronte alle contestazioni, "questo è il bello della libertà di parola", chiedendo al servizio d'ordine di far uscire i militanti "senza fare loro del male". Ma poi, di fronte al crescere delle proteste, si è innervosito: "Alla terza contestazione sarò un po' più violento, alla quarta dirò 'andatevene immediatamente'"

Proteste a parte, Trump comunque non appare per nulla intenzionato a fare un passo indietro dalle sue posizioni anti-immigrati espresse spesso in toni razzisti verso gli ispanici. E alla manifestazione della scorsa notte ha vietato l'ingresso alla troupe di Univision, la televisione ispanica con la quale ha una guerra aperta, che ha la sua sede proprio accanto al Trump National Doral.

Lo scorso agosto infatti Trump ha fatto causa all'emittente dopo che questa ha sospeso la messa in onda di Miss Universo, show prodotto dalla società dell'immobiliarista, per protesta contro le frasi e le prese di posizioni contro gli ispanici espresse dal candidato repubblicano. Trump sostiene che con questa mossa Univision ha violato i termini del loro contratto e ha chiesto mezzo miliardo di dollari in risarcimenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza