cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:40
Temi caldi

Doping, Schwazer al Tas: "Clima da santa inquisizione spagnola"

08 agosto 2016 | 17.11
LETTURA: 3 minuti

alternate text

"Il clima è da santa inquisizione spagnola". E' iniziata intorno alle 11 l'udienza davanti al Tas del marciatore Alex Schwazer a Rio de Janeiro. Secondo quanto reso noto dall'avvocato Giuseppe Sorcinelli, che fa parte dello staff dell'atleta a Rio, "è stato risolto il problema dei testi, per noi molto importante, in collegamento da Skype da Roma da una sala del Coni con i periti e i rappresentanti della Nado Italia".

"I giudici hanno accolto la deposizione del professor Donati (allenatore di Schwazer) -ha aggiunto-, tramite un videoproiettore per l'esposizione della sua testimonianza". La difesa, ha fatto sapere Sorcinelli, contesta anche un vizio formale, ovvero l'indicazione della provenienza del campione non consentita dal regolamento, prelevato a capodanno nel controllo effettuato a Racines e che consentirebbe di fatto l'individuazione dell'atleta bolzanino.

Prima della testimonianza di Donati, saranno ascoltati i testi della Iaaf che tendono a ribadire la regolarità del prelievo e del trasporto della provetta incriminata verso il laboratorio. Dopo gli interventi degli autori del trasporto del campione e quello di Donati, ci sarà il collegamento via skype da Roma con i periti Pieraccini, Ronci, D'Ottavio e De Boer, e successivamente i funzionari della Nado Italia. A chiudere, eventuali domande e obiezioni delle parti. Infine, dovrebbe toccare a Schwazer.

"Il clima -ha evidenziato Sorcinelli- è da santa inquisizione spagnola, ma questo non vuole dire niente. Siamo convinti di aver ragione, siamo qui per trovare un giudice che lo riconosca". Gli avvocati di Schwazer hanno ottenuto di parlare in lingua tedesca, con un traduttore in inglese. "Ci è sembrato corretto, visto che anche il presidente del collegio è austriaco e anche l’arbitro indicato dalla Iaaf è svizzero, ma di lingua tedesca. Tutto -ha aggiunto l'avvocato- è stato fatto per agevolare l'udienza. Speriamo accettino le slide adesso. La sentenza pensiamo possa arrivare oggi. Abbiamo affrontato una spesa non indifferente per venire qui, un grande sacrificio. La sola speranza che abbiamo è di non ripartire domani. Abbiamo visto Alex sereno, motivato e determinato come prima di una gara. E di solito le gare le vince, speriamo vinca anche questa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza