cerca CERCA
Martedì 17 Maggio 2022
Aggiornato: 09:16
Temi caldi

Comunicato stampa

Dott.ssa Rosanna Palmiotto: ormoni bioidentici per contrastare i sintomi della menopausa

13 aprile 2022 | 10.28
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Palmiotto-Rosanna

La ginecologa, con studio ad Udine, chiarisce quali sono i vantaggi di una terapia di modulazione per contrastare i disturbi dovuti al calo di estrogeni nel sangue durante la menopausa

Udine, 13 aprile 2022. Vampate di calore, tachicardia, disturbi del sonno, dolori osteoarticolari, difficoltà di concentrazione, ansia; e ancora, irritazione, secchezza vaginale, dispareunia (dolore durante il rapporto sessuale) e disturbi urinari (cistiti recidivanti, urgenza e incontinenza urinaria).

Sono questi alcuni dei sintomi più frequenti che può portare la menopausa, il periodo che in una donna segna la fine dell’età fertile. Disturbi che, se non affrontati correttamente, possono compromettere la qualità della vita. Che cosa si può fare, dunque, per attenuare i sintomi dovuti alla caduta dei livelli plasmatici di estrogeni e progesterone?

“Prima di tutto – spiega la dottoressa Rosanna Palmiotto, ginecologa con ambulatorio ad Udine – in questo periodo le donne non devono smettere di rivolgersi al proprio ginecologo, anzi dovrebbero aumentare il numero delle visite così da poter meglio comprendere e gestire i cambiamenti legati a questa delicata fase della vita.

Lo specialista, dopo un’attenta diagnosi che valuti la storia clinica della donna, l’età, il periodo di inizio della menopausa, il rischio cardiovascolare, oncologico e osteoporotico, può proporre una terapia di supplemento che vada a modulare le carenze ormonali.

La nuova e innovativa proposta terapeutica consiste nella somministrazione orale/transdermica di farmaci ormonali bioidentici di nuova generazione cosiddetti “compounded”. Si tratta di preparazioni galeniche magistrali, e cioè medicinali preparati dai farmacisti su indicazione del medico prescrittore e destinati ad essere forniti ai pazienti tramite ricetta medica. Nel caso specifico i principi attivi somministrati sono steroidi sessuali, in particolare estriolo, progesterone, testosterone e DHEA. Il medico prescrittore può scegliere principi attivi disponibili anche di origine vegetale (dalla Dioscorrea villosa o a altre piante) differenziandosi così dagli ormoni bioidentici già in commercio.

La terapia di modulazione con ormoni bioidentici viene somministrata sotto prescrizione e adeguato controllo medico per valutarne la posologia e i modi di somministrazione. “È una terapia personalizzabile – sottolinea la dottoressa Palmiotto - in base al tipo e all’intensità della sintomatologia e non vi sono controindicazioni ad eventuali modifiche sia a breve che a lungo termine dall’inizio dell’assunzione. Il vero punto di forza è, dunque, il rispetto della fisiologia della donna”.

Per essere davvero efficiente la terapia dovrebbe essere accompagnata da uno stile di vita sano e una serie di buone pratiche che il ginecologo dovrebbe prescrivere alle sue pazienti: attività fisica, anche moderata ma costante, associata ad una sana alimentazione.

La paziente nel suo percorso di cura viene seguita con visite a cadenza annuale, anamnesi sessuologica, controllo ecografico e pap-test, valutazione del trofismo della mucosa vulvare e vaginale, follow-up del controllo dei sintomi della menopausa, prescrizione della mammografia secondo i criteri di screening e dosaggi ormonali plasmatici e salivari.

La Dottoressa Palmiotto è stata tra le prime ginecologhe ad utilizzare in Italia la terapia di modulazione con ormoni bioidentici vegetal origin.

Per ulteriori informazioni consultare il sito https://www.ginecologapalmiottorosanna.com/

Contatti: https://www.ginecologapalmiottorosanna.com/

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza